Chiusa l’avventura al Rustico Villa Patrizia, Antonio Lecchi, la sorella Patrizia e la moglie Floriana, hanno aperto questa splendida location

Dopo esattamente trent'anni si festeggia l’apertura di una nuova realtà, che prende il nome della loro mamma: Tenuta Casa Virginia (in via Cascina Violo, 1 - tel. 035571223).
Nel 2002 Antonio acquistò una cascina diroccata immersa nel verde di terreni vocati alla coltivazione della vite e l'ha trasformata in un luogo gradevole e accogliente, baciato dal sole da mattina a sera. Due ampie sale accolgono gli ospiti e i banchetti, mentre al piano terra trova posto la cantina. Propongono una formula che prevede tre piatti scelti liberamente dalla carta a 40 euro.

La cucina, tradizionale e innovativa al tempo stesso, utilizza molti prodotti coltivati nei terreni di proprietà, salumi e formaggi stagionati in loco e il vino prodotto nell’azienda. Nel menu d’autunno trovano spazio la bresaola (prodotta in proprio), il tenero capocollo con patata affumicata ed erbetta, gli gnocchi di zucca e gli involtini di verza (i famosi “nusecc” o “capù”) ripieni di ceci con tre mais e la guancia di manzo cotta nel Violino (uno dei pregiati vini di casa Virginia) con cioccolato e purea di patata.

Imperdibile per gli amanti della carne il carrello con sette bolliti serviti in pirofila abbinate alle diverse salse. Servizio anche da asporto.

Il poliedrico Antonio - imprenditore e cuoco-contadino, come ama definirsi - è anche enologo autodidatta. Nel 2018 hanno raddoppiato gli ettari di vigneto e la produzione di vino è giunta a 20mila bottiglie grazie ai vitigni merlot, cabernet sauvignon, pinot grigio, chardonnay, manzoni, cabernet franc e shiraz.
Tenuta Virginia fa parte dell’associazione dei viticoltori indipendenti Sette Terre insieme alle aziende Caminella, Eligio Magri, Sant’Egidio, Valba.