Cucina del territorio con una punta di innovazione, dove trionfano salumi e tortelli

Il ristorante TaglieRE aperto da qualche tempo a Reggio Emilia, nel bel corso Garibaldi (al numero 32 - tel. 0522 452964), è in una delle zone più significative e belle del centro storico a due passi dalla basilica della Madonna della Ghiara.
Il nome del locale, con la sigla della provincia “RE” in evidenza, è un modo se vogliamo un po'’ di comodo e un po'’ ruffiano, per alludere forse anche alla regalità.  

L'’ambiente è moderno e ben arredato, con un bel dehors sul corso. Il servizio è giovanile e gentile.
La cucina è chiaramente ispirata al territorio con una punta leggera di innovazione. Tra i primi classici, ecco i tortelli sia di erbette sia di zucca alla reggiana, con l’'immancabile piatto di cappelletti in brodo. Nella nostra scelta ci siamo soffermati soprattutto su queste tre tipicità per avere un paragone diretto con il nostro gusto locale, e con altri esercizi di questo tipo.
La seconda portata, visto anche il nome del locale, è basata principalmente sui salumi provenienti da loro allevamenti: la qualità è buona, ma non ancora eccelsa come ci si aspetterebbe. Per i dolci compare tra le altre proposte la classica zuppa inglese, ma la nostra scelta è caduta su una torta ispirata alla sbrisolona mantovana, da intingere nello zabaione che ci fa concludere felicemente la sosta.

La lista dei vini va dai bianchi fermi e bollicine ad alcuni Lambruschi locali di qualità, più alcuni rossi ormai classici della produzione enologica italiana.

Il giudizio conclusivo è quellodi un locale che tenta di distinguersi da certi standard, con ancora però della strada da percorrere. Se correggeranno alcuni aspetti, come il numero delle proposte da aumentare, così come le porzioni, sono destinati al successo. Avanti e coraggio!