Una preparazione semplice, ma saporita per un secondo piatto di pesce che può essere personalizzato con creatività

Ingredienti

  • 2 grosse seppie eviscerate e private dell’osso di 300-350 g ciascuna
  • 80 g di pane casereccio raffermo
  • 2 dl di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di Pecorino grattugiato
  • 8 cucchiai di vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale se necessario
  • pepe di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

80 min

PREPARAZIONE

Pulite le seppie, tritate al mixer o a coltello i tentacoli e le pinne laterali (tutto privato della pelle) e mettete il composto in una ciotola.

Fate ammorbidire il pane nel brodo, strizzatelo e unitelo agli ingredienti tritati. Unite il prezzemolo, l’aglio schiacciato con lo spremiaglio, l’uovo, il Pecorino e amalgamate bene. Salate solo se il pane utilizzato è poco salato.

Riempite le seppie e cucite la parte dove è stata staccata la testa (lasciando i punti molto lenti). In alternativa, potete fermare la parte aperta con due spiedini posti incrociati. La parte superiore, pertanto, rimarrà aperta.

Disponete le seppie in una pirofila oliata, irroratele con un filo d’olio e ponetele in forno caldo a 190°C. Dopo un quarto d’ora, irroratele con il vino bianco, fate evaporare mantenendo per alcuni istanti il forno aperto e bagnate la superficie delle seppie prelevando un po’ di liquido di cottura con un cucchiaio. Cuocete ancora per circa un’ora a 175°C, bagnando con 2-3 cucchiai di brodo se il fondo di cottura risultasse completamente asciugato.