A Pesaro, dallo Scudiero, una sosta da corona, con uno chef giovane, creativo e uno staff di ragazzi in gamba

Una delle migliori prove di questi ultimi tempi, Lo Scudiero di Pesaro, un indirizzo prezioso per chi si trova ad attraversare l’Italia nei prossimi giorni.

A Pesaro, vicini al centro ma in prossimità di un comodo parcheggio, c’è questo locale bello, elegante, con sale spaziose e volte alte. Un locale dove si fa una cucina di ricerca, dove l’attenzione al cliente è massima, ma senza gesti o comportamenti affettati. Anzi. C’è eleganza e naturalezza, nella cucina come in sala.
Partiamo dalla carta dei vini: giovanissima la sommelier ma con le idee chiare e la voglia di osare con un occhio di riguardo al territorio marchigiano.

In cucina c’è un fuoriclasse come Daniele Patti, siciliano d’origine, marchigiano d’adozione con importanti esperienze nei migliori ristoranti d’Italia, da Marchesi a Uliassi. Nel 2012 si butta in un suo ristorante e apre Lo Scudiero, con il coraggio di portare avanti un progetto in un’epoca in cui il valzer degli chef è all’ordine del giorno.
Lo Scudiero invece è cresciuto e ora è diventato grande. Lo si percepisce fin dalla carrellata di amuse bouche: sandwich di triglia, oliva alla pesarese, arancino al contrario e ravanello gel in carpione e aglio nero.
I primi sono un gioiello, tanto con la pasta e fagioli, mare, cappero e limone, impiattata direttamente al tavolo quanto il piatto denominato “fra stoccafisso e baccalà”, ravioli delicatissimi. Quindi ai secondi interessante il rombo imbottito di alloro e guanciale, cardoncello e la sfida vinta con un piatto della grande ristorazione mondiale come il Filetto alla Rossini.
I dolci sono una passione e si sente. Noi abbiamo assaggiato la meringata sfogliata ai frutti di bosco e Mondo di passione con la sorpresa di una sfera che diventa un’esplosione di gusto. Si chiude con la piccola pasticceria che vale almeno un altro dessert.

Una sorpresa, che arriva da un gruppo di giovani affiatati e che già sulla nostra guida aveva il faccino radioso. Con lo Scudiero la cucina italiana mostra segnali di vitalità e di freschezza, di un lavoro costruito con anni di lavoro ai fornelli lontano dai riflettori. C’è una nuova generazione di cuochi pronta a farsi sentire. Ed è un bel segnale. 

Lo Scudiero
via Baldassini, 2
Pesaro
tel. 07211651804