A due passi dal Duomo di Firenze, debutta un nuovo format tra luci e qualche ombra

Sophia Loren Original Italian Food è il nome del nuovo format di ristorazione che ha debuttato pochi giorni fa a Firenze e che, visto il nome che porta con sé l'endorsement della diva, si è in fretta conquistato titoli e spazi sui media.

Lo abbiamo provato, in occasione delle Anteprime toscane, in un clima, anticipiamolo, non propriamente primaverile che, essendo costretti a mangiare all'esterno, si fa sentire. Un peccato davvero non poter godere dell'ambiente interno, bello, arioso, con una serie di spazi diversamente modulati a seconda delle esigenze.
sophia-loren_interno.jpgAlla prenotazione ci prospettano tre finestre per la cena, a un'ora di distanza l'una dall'altra. Siamo nel cuore di Firenze, in uno dei punti di maggior passaggio della città (proprio a fianco dell'Hard Rock Cafè), e la rapidità è tutto. Ci si accomoda sotto il porticato, gli ordini vengono raccolti pressoché subito e invece meriterebbe un po' più di attenzione la lista delle vivande firmata, per le pizze, da Francesco Martucci, per i primi da Gennaro Esposito e per i dolci da Carmine Di Donna. Affascina il tentativo di coniugare la ricerca della qualità con la necessità della massima efficienza dal punto di vista delle tempistiche e prezzi comunque accessibili.
sophia-loren-tavolo.jpgChi, partendo prevenuto, pensi di trovarsi di fronte a un "mangificio" del centro con maquillage, sbaglia di grosso. Le pizze sono decisamente ben fatte, crosta alta e soffice, buona ricerca sul topping, impasto improntato alla massima leggerezza.
Eccelle Un insolito baccalà con crema di pomodoro arrosto, capperi di Salina, fior di latte, baccalà, polvere di olive, basilico. Meritano anche l'Assoluto di pomodoro con crema di pomodoro arrostito, pomodorini ciliegino semi-dried, pomodori datterino giallo e rosso confit, mozzarella di bufala campana, pomodorini del piennolo secchi, primo sale di bufala, basilico o ancora la 4 formaggi in assoluto di bufala, che prevede mozzarella di bufala campana Dop affumicata e dopo cottura: primo sale di bufala, caciobufala stagionato due mesi, blue di bufala, ricotta in salvietta, basilico.
sophia-loren-pizza.jpg"Un insolito baccalà" con crema di pomodoro arrosto, capperi di Salina, fior di latte, baccalà, polvere di olive, basilicoCuriosa anche la selezione di fritti alla napoletana (con la mitica montanara), di sfizi sempre della cucina campana (e qui da segnalare i fragranti carciofi alla mentuccia) e di mozzarella di bufala e burratina pugliese servite (finalmente!) alla corretta temperatura.
sophia-loren-carciofi.jpgCarciofi alla mentucciaPrimi improntati alla semplicità: spaghetti al pomodoro del piennolo, spaghetti alle vongole o la celebre pasta fagioli e cozze.

I dolci sono al cucchiaio o dal bancone della pasticceria: qui c'è solo l'imbarazzo della scelta tra sfogliatella, caprese e cannoncini.

Lista dei vini ridotta, ma non banale, e tante proposte al calice. Tra le birre invece ci si aspetterebbe un po' più di ricerca. Il servizio in affanno necessita invece di una messa a punto. Particolari per un format che, comunque, può andare lontano (e fare scuola) soprattutto nelle zone ad alta densità turistica.

Sophia Loren Original Italian Food

Via dei Brunelleschi, 11
Firenze 
tel. 055 493 4400