Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio scrive della cantina Francesco Radino, che a Matera celebra l’Aglianico

Matera è un presepe naturale per una delle città più belle del mondo”. A scrivere è Paolo Massobrio, che su La Stampa di oggi parte da una suggestione onirica per raccontare la storia della cantina Francesco Radino, oggi guidata dalle famiglie D’Angelo e Rugilo con la consulenza dell’enologo Fortunato Sebastiano. Insieme, sulle pendici del vulcano spento coltivano a regime biologico 4 ettari vitati da cui ricavano 20mila bottiglie di Aglianico che danno origine a vini strepitosi, tra cui l’Aglianico del Vulture “Colignelli” 2013 e l’Aglianico del Vulture “Arcidiaconata”. L’Aglianico del Vulture “Kataos” è invece prodotto in regime convenzionale, mentre il bianco della casa, il Basilicata Chardonnay “Osme” 2014, ha ottime doti da invecchiamento. Vini perfetti “Da degustare davanti ai sassi…in una sera di Primavera”.