Controllate che nel vostro orto e nel vostro giardino sia tutto a posto per affrontare l'inverno!

A ottobre le temperature e le ore di luce decrescono velocemente, le piante si avviano altrettanto rapidamente verso la stasi autunnale–invernale. Ma ottobre è anche il mese ideale per numerosi interventi nell’orto e in giardino.

Nelle regioni a clima mite si possono effettuare gli ultimi interventi, fra i quali: lavorare il terreno dell’orto; allestire le piantagioni di specie perenni nei vasi del balcone e nelle aiuole; fertilizzare orto e giardino con concime ternario a lenta cessione (meglio con scarso titolo di azoto); piantare i bulbi a fioritura primaverile (tulipani, narcisi, iris, muscari, crocchi); suddividere i cespi delle pianti perenni. Si possono impiantare i nuovi prati ornamentali e si devono curare quelli esistenti dando loro aerazione, provvedendo alla successiva semina di riparazione ed effettuando le rasature con periodicità quindicinale e taglio ad altezza media.

Bisogna prestare attenzione alle processionarie dei pini, che in questo periodo cominciano a deporre le uova sui rami; si devono iniziare a potare le piante che hanno terminato la fioritura estiva. Nell’orto, si deve lavorare il terreno, seminare e trapiantare le verdure per la produzione invernale-primaverile (lattughe, cicoria, spinaci, porri, finocchi, aglio, ecc.).

A ottobre è ancora tempo di raccolto. Si può raccogliere il basilico prima che le piantine si preparino ad andare incontro all'autunno inoltrato, verso la conclusione del proprio ciclo vegetativo. Si possono raccogliere rucola, lattuga, lattughino, spinaci, prezzemolo e rosmarino. Per quanto riguarda la frutta, ad ottobre si raccolgono mele e pere. Nelle regioni più miti i kiwi e limoni. Ottobre è anche il mese di inizio della raccolta delle olive e della raccolta delle castagne, delle nocciole e delle mandorle.