Da Massimo Motola ed Erika Losa una sosta emozionante all'insegna della cucina lombarda

Il simbolo di Milano che si rialza, si rimbocca le maniche, e senza piangersi addosso, riparte, sono loro. Erika Losa e Massimo Motola, titolari di quel Testina che è icona della trattoria milanese, tanto da essere stata il palcoscenico scelto qualche anno fa per lanciare a Porta a Porta, con Bruno Vespa, il nostro messaggio in difesa delle vere trattorie. 
testina-porta_porta.jpgPaolo Massobrio durante il suo intervento a "Porta a Porta" di Bruno Vespa in difese delle trattorie italianeQui, appena concluso il lockdown, hanno aperto, avendo attuato tutte le disposizioni utili per il distanziamento, sfruttando al meglio gli spazi della splendida struttura d’epoca dentro cui è ospitato il locale, utilizzando anche il negozio adiacente e il magnifico dehors.
testina-tavoli.jpgLa sala del Testina con le tovaglie a quadretti bianche e rosseMantenendo la parola data, nella tarda primavera, come patto per la riscossa della città, quando tutti commercianti e ristoratori avevano promesso, “staremo aperti tutto luglio e agosto”, loro hanno lavorato tutta l’estate. E, nonostante l’assenza degli otto milioni di turisti che negli ultimi anni “invadevano” in modo festoso il capoluogo lombardo, e lo smart working, che, ahinoi, ha tenuto lontano dagli uffici milanesi migliaia di lavoratori, loro hanno avuto il conforto di vedere tornare da subito centinaia di golosi che, da tempo, li apprezzano e li stimano.

La nostra sosta da loro, un’emozione, nel trovare una cucina e un servizio mai così di eccellenza, segno di una volontà caparbia di voler ripagare chi oggi li sceglie con il meglio.  In tavola i piatti a tutta gola di cucina milanese e lombarda dello chef Roberto Tornari
testina-conchef.jpgMassimo Motola con lo chef Roberto Tornaricon mondeghili, “testina” (timballo di testina e cipolla fondente condito con emulsione di salsa verde), lo strepitoso spaghetto alla chitarra al ragù bianco di vitello e finferli
testina-spaghetto.jpgspaghetti alla chitarra al ragù bianco di vitelloi mitici “giallo” (risotto mantecato allo zafferano)  e la Milano2 (costoletta di vitello alla Milanese)
testina-cotoletta.jpgcostoletta di vitello alla milaneseoss bus (l’ossobuco di vitello in gremolada) e gelato della Pesa, fiordilatte, crema di cioccolato e croccante a chiudere.
Uscirete pensando che Milàn l’è semper un gran Milàn!

Testina

via Abbadesse, 19
Milano
tel. 024035907
prezzo medio pasto completo (antipasto, primo, secondo e dessert): euro 47