Ricetta di fantasia ideata pensando al tipico abbinamento con la soppressa: la polenta. E per accompagnarla alla polenta, la soppressa viene sovente saltata brevemente in padella con cipolle stufate e una spruzzata di aceto.

Ingredienti

  • Per la pasta:
    • 180 g di farina “00” più quella per infarinare
    • 150 g di farina di mais macinata finissima
    • 3 uova
    • 1 tuorlo
    • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
    • sale

    Per il ragù:
    • 250 g di soppressa veneta fresca
    • 2 cipolle bianche
    • 1 cucchiai di aceto di vino bianco
    • 2 cucchiai di vino bianco secco
    • 3 cucchiai di salsa di pomodoro casalinga
    • 1 dl di brodo
    • 30 g di burro
    • olio extravergine di oliva
    • sale, pepe nero di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

60 min

COTTURA

30 min

PREPARAZIONE

Preparate la pasta
Impastate le due farine con gli altri ingredienti indicati e lavorate la pasta per almeno un quarto d’ora finché risulterà liscia e setosa ma abbastanza soda. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero per mezz’ora.

Stendete la pasta in sfoglie piuttosto sottili e lasciatela asciugare leggermente. Tagliatela quindi a listarelle larghe quasi due dita e lunghe quattro conferendo tagli in diagonale.

Preparate il ragù
Affettate finemente le cipolle e fatele rosolare a fuoco dolce in un tegame con il burro e un filo d’olio. Bagnatele con l’aceto e il vino bianco, fate evaporare, mettete il coperchio e cuocete con fiamma al minimo per circa 20 minuti, finché le cipolle saranno fondenti. A questo punto, unite la soppressa tagliata a dadini molto piccoli, quasi sminuzzata, mescolate, versate la salsa di pomodoro e cuocete per alcuni minuti, sempre a fiamma bassa, aggiungendo qualche cucchiaio di brodo se necessario.

Lessate i maltagliati per circa 2 minuti in abbondante acqua salata in ebollizione. Scolateli e conditeli con il ragù preparato.