A Lozzo Atestino Sonia Sinigaglia ha creato un ristorante accogliente ed elegante il cui nome crea anche la giusta ispirazione: si chiama infatti “L’acqua in bocca”.

È quindi il mare a muoversi dalla costa adriatica per lambire i piedi degli splendidi Colli Euganei, dove Roberto Zanca, chef e docente di cucina, elabora un menu à la carte capace di soddisfare i palati più esigenti in un ambiente accogliente e caldo nella sua sobria eleganza. Suggestiva anche la terrazza che nella bella stagione offre una rilassante vista sulle colline.

La cucina è attenta alla qualità e alla stagionalità degli ingredienti, creando abbinamenti intriganti con l’accostamento di vegetali e radici ai prodotti ittici, esaltandone in questo modo le note gustative.

Il benvenuto prevede chips di patata viola e gamberi crudi ai quali si abbina un fumante e profumato pane fritto. A seguire gli antipasti, come la tartare di capasanta con acqua di carote e zenzero e maionese di patata: qui freschezza e dolcezza si fondono in un piacevole boccone. È poi un elegante connubio la zuppetta di scorzonera con le trippe di baccalà. In un crescendo di intensità ecco le sarde con cipolla all’agro, zucca e burro di mele alle quali fanno seguito i garusoli su crema di piselli con polvere di pistacchi e patata viola.

I vini spaziano dalla piccola doc del territorio del Serprino all’immancabile Prosecco, per poi proseguire con classici vitigni internazionali come chardonnay e sauvignon. Le cicale di mare con topinambur e olio al rosmarino sono un chiaro richiamo alla stagione nella quale serve una pietanza che scalda e rilassa.

Tra i primi piatti ecco il semplice, lussurioso piacere dello spaghettone in salsa d’acciughe con pan fritto e limone. Per chiudere con la tradizione un fritto chioggiotto è quel che ci vuole, prima di lasciar pulire la bocca a un buon dessert come la panna cotta con passion fruit e crumble di amaranto soffiato.

L'acqua in bocca
Lozzo Atestino (Padova)
piazza V. Emanuele II
tel. 3463311016