Su La Stampa Paolo Massobrio racconta dell'assaggio dei vini di Giampaolo Tabarrini di Montefalco

Oggi Paolo Massobrio nel suo articolo su La Stampa ci porta in Centro Italia per gioire della rinascita dei borghi colpiti dal terremoto: Norcia, Vallo di Nera e Spoleto.

Proprio a Torrecola, frazione appartata di Spoleto, c'è il Capanno, dove il patron gli ha fatto assaggiare un grande vino. È il Trebbiano Spoletino “Adarmando” , che porta il nome del nonno materno di Giampaolo Tabarrini, titolate della cantina Tabarrini di Montefalco (Pg).

Ha un effluvio eccezionale, complesso, con la speziatura dello zafferano e tante sfumature fruttate – dice Massobrio – la sua acidità, che gli dona freschezza, termina con una sapidità piacevole dentro a un percorso gustativo che è come il velluto, in un equilibrio totale.

Tanto che, dopo un secondo assaggio insieme a Marco Gatti, è emerso come il top dei top fra i bianchi. Della stessa cantina si ricorda anche il Sagrantino di Montefalco interpretato in tre versioni: Colle Grimaldesco, Campo alla Cerqua e Colle alle Macchie.

Tabarrini
Montefalco (Pg)
frazione Turrita
tel. 0742379351