Oggi su La Stampa Paolo Massobrio racconta dell'incontro con Emidio Pepe e con il suo Montepulciano d'Abruzzo

Oggi su La Stampa Paolo Massobrio racconta dell'incontro con Emidio Pepe, un mito della viticoltura naturale. A 87 anni è ancora in azienda con le figlie e le nipoti, che gestiscono anche un b&b tra le vigne.
Le uve bianche le pigiano ancora coi piedi, le uve rosse le diraspano a mano e imbottigliano senza filtrare. Massobrio qui ha degustato un Trebbiano con il colore dell'oro, un Pecorino clamoroso in diverse annate e poi il Montepulciano d’Abruzzo che, nell'annata 2015 profuma di mandarino e in bocca ha il sapore della liquirizia, il 2010 profuma di arancio e d'incenso, il 2008 di caffè e cioccolato, il 2007 ha un velluto erbaceo, il 2002 e il 2001 lasciano di stucco per l’equilibrio e per la freschezza. Vini da sogno!

Emidio Pepe
Torano Nuovo (Te)
via Chiesi, 10
tel. 0861856493