Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio racconta i vini di Valentina Passalacqua, la vignaiola pugliese che produce vini…da amore a prima vista

Abbandonare un brillante futuro da Giurista di Impresa per dedicarsi alle viti. E’ quanto ha fatto Valentina Passalacqua, volitiva donna pugliese che ai piedi del Gargano, in provincia di Foggia, ha creato la sua oasi biologica in cui produce vini che fanno innamorare. Paolo Massobrio racconta la sua storia su La Stampa, segnalando come dalle 100 mila bottiglie prodotte ogni anno, emerga su tutti il Falanghina “Cosìcomè” 2014. Ma di incredibile equilibrio sono anche il Bombino 2015 e il Brut Terra Rara, di ottima riuscita. Quindi il bianco Terra Minuta 2015, il rosato Rosa Terra e, da un'altra uva regina, anche il nero di Troia, con incredibili sentori di caffè e cioccolato. Espressioni che introducono Valentina nell’empireo delle più interessati interpreti del vino d’Italia.