Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio descrive i vini siciliani di Paolo Calì

Indicazione preziosa, sulle pagine della Stampa di oggi, per chi è in vacanza in Sicilia. Paolo Massobrio descrive i vini della cantina di Paolo Calì, viticoltore (e farmacista) alle pendici meridionali dei Monti Iblei, dove ha ereditato palmento e baglio del '700 e quindici ettari vitati su un altopiano di dune marine preistoriche che conferiscono grande mineralità e sapidità. È il caso del Terre Siciliane Grillo Blues 2015, piacevolissimo e caratteristico nei suoi profumi di zagara, e del Terre Siciliane Jazz 2015, blend di uve frappato (55%) e nero d'Avola (45%). 

Da provare anche il Cerasuolo di Vittoria Classico Forfice 2011, che affina per 36 mesi in botti grandi di Slavonia, e il caratteristico Osa!, un rosato leggermente vivace da frappato in purezza. Sono vini per l'estate.