Tre anni per arrivare alla certificazione ambientale ISO:14001 che implica un articolato progetto a tema sostenibilità. Ce lo racconta Edoardo Pampuro, marketing di Lauretana

La ISO 14001 è una norma internazionale ad adesione volontaria che definisce un sistema di gestione ambientale. Una definizione tecnica che racchiude una serie di azioni importanti che spaziano da un'analisi ambientale completa alla definizione di una politica aziendale dettagliata che permetta di ridurre sprechi ed emissioni in maniera progressiva, sulla base del proprio settore di attività. La sostenibilità per essere reale, tangibile, ha bisogno di dati che fotografano, spesso, una rivoluzione produttiva. La comunicazione segue e li interpreta. Lauretana, l'acqua che da sempre accompagna ilGolosario e la manifestazione Golosaria, ha iniziato compiutamente il suo cammino nell'ambito della sostenibilità nel 2017 per arrivare a un insieme di risultati importanti nel 2020, con un grosso sforzo finanziario e organizzativo. 
iso-14001-sostenibilita-ok.jpg"La nostra - spiega Edoardo Pampuro, marketing dell'azienda di Graglia (Bi) - è un'industria che necessita di energia elettrica per funzionare e di molta acqua nelle diverse fasi di lavorazioni come quelle inerenti al lavaggio delle bottiglie di vetro per il vuoto a rendere. Perciò abbiamo deciso di partire proprio da qui, dal centro della nostra impresa, l'acqua, con la completa sostituzione della prima linea delle bottiglie di vetro. Grazie all'installazione dei macchinari Krones abbiamo potuto ridurre i consumi del 70% nelle fasi di lavaggio e, contemporaneamente, evitare gli sprechi energetici grazie all'utilizzo combinato di pompe di calore e coibentazione. Un intervento che è stato replicato nel 2020 con la sostituzione della seconda linea del vetro, puntando sempre su macchinari di ultima generazione".

Contemporaneamente l'impegno ambientale si è dispiegato nel corretto smaltimento e riutilizzo dei materiali di scarto nelle fasi produttive: PET, vetro, imballaggi plastici nonché altri materiali come legno, alluminio, carta. Per farlo sono stati installati compattatori dedicati a ogni singolo materiale e stabiliti contratti specifici con aziende di smaltimento rifiuti che prevedano tra le clausule proprio un corretto riciclo. "Crediamo molto nell'economia circolare - ci spiega Edoardo - perché questa oltre a far bene all'ambiente, ha un'importante ricaduta occupazionale". La sostenibilità, ricordiamolo, non ha infatti una semplice connotazione ambientale ma riguarda l'intero ecosistema che ci circonda, dove il fattore umano ha un ruolo fondamentale. Per questo essere sostenibili significa anche garantire un'occupazione stabile sul territorio - cosa ancor più importante in un ambiente rurale, montano, come quello di Lauretana - e una serie di collaborazione con enti e associazioni che hanno una ricaduta diretta sul sociale.
"Da anni - ricorda Edoardo - l'azienda sostiene molti progetti della Fondazione Veronesi e, in particolare, è partner del mese rosa per la prevenzione dei tumori femminili che "colora" le bottiglie stesse con questa tonalità. Un impegno che poi si traduce, concretamente, in borse di studio per la ricerca"
lauretana-stabilimento.jpgIntanto, mentre costruisce il presente, Lauretana pensa già al futuro, con l'obiettivo di implementare sempre di più la movimentazione delle merci via treno, soprattutto verso il Sud Italia e i paesi del Centro Europa come Svizzera e Germania, e l'acquisto di energia da fonti rinnovabili. Poi ci sono loro, le bottiglie, il prodotto principale dell'azienda, tra tradizione e futuro. Mentre con il lockdown è tornato a salire, soprattutto tra i giovani, l'utilizzo del porta a porta con vuoto a rendere, azione antica e contemporaneamente virtuosa e antispreco, si sta lavorando sul PET, plastica 100% riciclabile, per infinite volte. Il progetto, in fase di sperimentazione, è proprio quello di implementare il riciclato all'interno delle bottiglie. Anche questo fa parte dell'economia circolare dell'acqua minerale a cui tutti, smaltendo correttamente le bottiglie nel nostro quotidiano, siamo chiamati a dare una mano.  
Lauretana_bottiglie.jpg