A Bolzaneto, atmosfera familiare e i piatti della tradizione ben cucinati

A pochi minuti dal casello di Bolzaneto dell’autostrada Milano Genova. Defilato rispetto al dedalo di strade, complessi industriali, centri commerciali. In un angolo scampato chissà come all’aggressione del cemento, alto su un colle circondato dal verde da cui la città sembra lontanissima, di fronte alla chiesa, la Trattoria Arvigo (via Cremeno, 31/A - tel. 0107170001).

Anche se di enclave di tifosi del Genoa si tratta - appena entrati, che qui la fede è il Grifone, ve lo diranno gagliardetti e foto della Marassi rossoblu - il nostro consiglio è di lasciare il calcio fuori dalla porta e, quand’anche foste tifosi della Samp, una sosta qui mettetela in conto.

L’ambiente è piacevole, da trattoria di lusso, con il banco bar subito di fronte all’ingresso, una saletta linda sulla destra con le pareti in parte con piastrelle variopinte e in parte bianche, con foto, quadri e lavagnette con i piatti del giorno, quindi la veranda con le grandi vetrate che fanno sulla valle. I tavoli son apparecchiati con cura, ciascuno con fiori freschi. Il personale che opera in sala cordiale e veloce.

Qui si mangia bene, e la cucina è celebrazione golosa della tradizione ligure. Sarete felici con insalata di polpo, zuppetta di pesce, gnocchi di patate con il pesto, pescato del giorno, che nel nostro caso è stato la rara, e buonissima, mupa con i carciofi (o alla ligure), cestino di biscotto con panna, gelato e lamponi caldi. Il gusto della tradizione!