Su La Stampa di giovedì Paolo Massobrio riporta la storia di Rossella Bencini Tesi, che nell'area etrusca di San Galgano, a pochi chilometri da Firenze, nonostante la laurea in legge ha deciso di seguire le orme del nonno portando avanti l'azienda agricola da lui fondata. Qui, su 7 ettari vitati, secondo i principi della biodinamica da 15 anni produce vini che sono una vera scoperta. Degno di nota il Carmignano “Terre a Mano” 2011, ma anche il Toscana Bianco Terre a Mano “Sassocarlo” 2012 e poi, in omaggio al nonno, il Vin Santo di Carmignano 2003.

Per leggere integralmente l’articolo clicca qui