Nei giorni della tintarella, i consigli dal Bugiardino di Renata Cantamessa per prenderci cura della nostra pelle

Gli assunti da non dimenticare sono: non fumare, una corretta alimentazione, esercizio fisico e stare al sole in modo intelligente.

Partendo dalla dieta, per far stare bene epidermide e fibra capillare bisogna puntare su verdure e frutta innanzitutto, cereali integrali, pesce e perfino il cacao. 
La miglior ricetta è la varietà: sono moltissimi, infatti, i nutrienti di cui la pelle ha bisogno per mantenersi sana e vigorosa: oltre ai più noti come il ferro, le vitamine C ed E, il selenio e gli acidi grassi polinsaturi, ce ne sono molti altri che solo un’alimentazione varia può assicurare.
Qualche esempio? In crucifere, broccoli, cavolfiori e cime di rapa si trovano alte quantità di antiossidanti, utili per prevenire l’invecchiamento. L’acido ellagico del melograno e dell’uva attiva il rinnovamento cellulare, mentre la quercitina della mela e la luteina degli spinaci contrastano la secchezza, così come la betaina della barbabietola protegge i capillari combattendone la fragilità.

A prendersi cura più di tutto della nostra pelle è però l’acqua: bere almeno 1litro e mezzo al giorno è essenziale per mantenere la pelle sana e pulita.

A questo link è possibile riascoltare i Bugiardini in versione integrale.