Dea nocciola punta sul mercato vegan con prodotti che si fanno apprezzare da tutti. Attraverso l'e-commerce

La storia di Dea nocciola è anzitutto una bella storia imprenditoriale, quella di un’attività di famiglia, la Deangelis, nata agli inizi degli anni Duemila come una scommessa e diventata in poco più di un decennio una realtà capace di esportare in tutto il mondo. La conduzione è nella mani di tre giovani fratelli: Manuela, alla direzione generale, Massimiliano in produzione e Rachele in amministrazione, nati in una famiglia che ha sempre avuto familiarità con la frutta a guscio. Il nonno infatti era uno sgusciatore nella Tuscia Viterbese, una delle principali zone di produzione della Tonda Gentile Romana. Il papà Danilo invece segue un'altra strada e si divide tra la banca e la passione per la vela, ma ha l'intuizione di capire che il lavoro di famiglia non doveva essere abbandonato, al massimo modernizzato. Così decide di investire in una nuova azienda vocata alla trasformazione della nocciola, in primis, e dei semi oleosi, puntando sul bio e sulle ricette in assenza di latte, così da conquistare un mercato vegano allora ancora agli esordi.

Passano pochi anni e la domanda cresce vertiginosamente, l'azienda sopravvive all'improvvisa scomparsa del padre e i figli continuano sulla strada già segnata. Oggi le referenze sono oltre 70, in diversi formati, e la produzione si divide in due stabilimenti, uno totalmente dedicato alla nocciola e uno per gli altri semi, così da evitare la cross contamination.
pure-paste-deanocciola.jpgLa materia prima è affidata ad alcuni storici fornitori, il cacao è certificato Rainforest alliance e lo zucchero è in parte Fairtrade. La produzione senza latte è Kosher. Una serie di attestati che servono per andare sul mercato internazionale e nazionale attraverso i private label. Da novembre dello scorso anno la decisione di lanciare un proprio marchio, Deanocciola, con i vasetti in vendita sull’e-commerce dedicato. Ci sono le paste pure (mandorla, nocciola, anacardi, pistacchio e arachidi), il burro di arachidi in tre differenti versioni, quindi le interessanti creme pure a base di semi oleosi come tahin bianco, tahin nero, tahin integrale e semi integrale, crema ai semi di girasole, di zucca, di canapa.
Quindi il loro punto forte, le creme di frutta a guscio senza latte tra cui spiccano quelle a base di nocciola: crema di nocciole e cacao con agave, con nocciole e cacao vegan, con carruba e nocciole, con nocciole e cocco, con nocciole 45% e cacao, nocciole e cacao senza zucchero. Da assaggiare anche quelle con il latte: la classica nocciole, con o senza cacao, quella con il pistacchio o la golosa con nocciola, cacao e granella.
creme-nocciola-deanocciola.jpgIl progetto guarda alla grafica, ai social, alle proposte personalizzabili con tante idee di impiego in cucina, in preparazioni sia dolci sia salate.

Un mondo da spalmare, lo slogan scelto, per un'azienda giovane che ha fatto del seme dell'innovazione la propria bandiera.

Dea nocciola

www.deanocciola.bio
loc. La Valle 
Gallese (Vt)