Si è conclusa lo scorso dicembre l'edizione 2020 del Modon d’Or, il concorso nazionale Fontina d’alpeggio con l’assegnazione, tra le dieci migliori Fontine DOP, dei tre Modon d’Or e delle sette Médailles d’Or

L’iniziativa, organizzata dall’Assessorato regionale dell'Agricoltura in collaborazione con la “Chambre valdôtaine des entreprises et activités libérales”, e con il supporto tecnico-scientifico del Consorzio Produttori e Tutela della DOP Fontina e della Cooperativa Produttori Latte e Fontina, è finalizzata alla valorizzazione del prodotto alimentare simbolo della Valle d’Aosta attraverso il riconoscimento delle migliori Fontine DOP prodotte in alpeggio durante la stagione estiva.

Si tratta di una vetrina di grande visibilità per comunicare e per valorizzare l'eccellenza di una produzione che da sempre rappresenta un vanto del territorio in termini di qualità e di unicità. Quest'edizione in particolare ha voluto trasmettere anche altri significati, quali l'importanza di un momento di rilancio e di ripresa per il settore lattiero-caseario e l'affermazione di un’inestimabile patrimonio economico e culturale per i territori di produzione.

Il Concorso, attenendosi scrupolosamente alle norme anti Covid, è stato come di consueto articolato in differenti sedute di assaggio visive, olfattive e degustative delle Fontine DOP, in cui sono state impegnate, a causa delle limitazioni conseguenti alle disposizioni e ai protocolli che discendono dall’emergenza Covid-19, solamente due delle tre giurie previste nel Regolamento di partecipazione; vale a dire quella di eccellenza e quella tecnica, con richiesta a quest’ultima di effettuare un’ulteriore sessione di assaggio, tenuto conto dell’impossibilità di convocare in presenza la numerosa giuria composta dagli operatori del territorio.
La giuria tecnica, che ha lavorato sulle 70 Fontine iscritte al Concorso, era composta da personale qualificato all’esecuzione di analisi sensoriali sulla Fontina, con formazione ed esperienza nelle tecniche di assaggio appartenente agli enti che in Valle d’Aosta operano nel settore lattiero-caseario: Assessorato, Consorzio Produttori e Tutela della DOP fontina, Cooperativa Produttori Latte e Fontina, Institut Agricole Régional, mentre quella di eccellenza, quest’anno in numero ridotto, era composta dai Presidenti degli Enti partner dell’iniziativa nonché di ADAVA, AREV, ANABORAVA e IAR.

Ecco le dieci aziende che hanno prodotto le Fontine DOP classificate Modon e Médailles d’Or 2020 e gli alpeggi di produzione presso i quali ha avuto luogo la caseificazione. Nell’immagine sottostante, le botiques del gusto, i ristoranti dove acquistarle (anche online)
immagine.jpgI vincitori:
• Brunet & Lavy società semplice agricola – Alpeggio Morgnoz – Sarre (n. fascera 186) - MEDAILLE D’OR
• Brunet David – Alpeggio Grand Grimod – Gressan (n. fascera 449) - MODON D’OR
• Chatelair società semplice agricola – Alpeggio Les Moffes – Doues (n. fascera 251) - MEDAILLE D’OR
• Dalbard Fabio – Alpeggio Chamolé – Charvensod (n. fascera 116) - MEDAILLE D’OR
• Frères Béthaz di Frachey Rosella s.s. agricola – Alpeggio Alpe Vieille – Valgrisenche (n. fascera 124) - MODON D’OR
• La Borettaz di Viérin Gabriele e Bisson Fabrizio s.s. – Alpeggio La Pierre – Aymavilles (n. fascera 34) - MEDAILLE D’OR
• La Vignettaz di Chabloz Fulvio & C. s.s. – Alpeggio Plan de l’Eyve – Gressan (n. fascera 250) - MEDAILLE D’OR
• Le Foyer des Reines società semplice agricola – Alpeggio Champillon – Doues (n. fascera 250) - MEDAILLE D’OR
• Montrosset Joël – Alpeggio Djouan – Valsavarenche (n. fascera 351) - MODON D’OR
• Yeuilla Attilio – Alpeggio Maisonnette – Avise (n. fascera 173) - MEDAILLE D’OR

Fonte: Assessorato Agricoltura e Risorse naturali – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta