I canederli sono un piatto tipico tirolese a base di pane raffermo e speck, simili agli gnocchi, da gustare nel brodo bollente

Ingredienti

  • 300 g di mollica di pane casereccio (senza grassi) raffermo
  • 1,5 dl di latte (circa)
  • 5-6 cucchiai di farina
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 7-8 steli di erba cipollina
  • 3 uova
  • una fetta di speck di 150-200 g
  • mezza cipolla
  • un lt di brodo di carne
  • 30 g di burro
  • sale, pepe

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

15 min

COTTURA

30 min

ALTRO

1 ora riposo

PREPARAZIONE

Sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale, unite il latte e il pane tagliato a piccoli cubetti, mescolate con una mano in modo da sminuzzare il pane e farlo ammorbidire bene e lasciate riposare per circa mezz’ora. Se il pane fosse piuttosto secco, mettete mezzo bicchiere di latte in più. Intanto, tritate la cipolla e tagliate lo speck a cubetti molto piccoli.

Scaldate il burro in una padella, fatevi appassire a fuoco dolce la cipolla, aggiungete lo speck, mescolate e lasciate insaporire per qualche minuto, facendo attenzione a non fare colorire la cipolla. Spegnete, lasciate intiepidire e versate il tutto sul composto a base di pane. Unite il prezzemolo, amalgamate bene e lasciate riposare per un’altra mezz’ora. Aggiungete ora 4 cucchiai di farina al pane ammorbidito, mescolate e, se il composto fosse eccessivamente asciutto, aggiungete qualche cucchiaio di latte o, viceversa, se fosse troppo molle, unite un poco di farina. L’impasto, dovrà essere omogeneo e consistente ma morbido.

Con le mani inumidite, formate delle palline (canederli) delle dimensioni di un’albicocca e depositatele man mano su un vassoio. Portate a ebollizione una pentola contenente circa 2,5 lt di acqua salata e cuocetevi i canederli per 20 minuti; scolateli, distribuitene 3 per ogni piatto, versate sopra il brodo bollente, cospargete con l’erba cipollina tagliata a pezzettini con le forbici e servite.