Il locale appena aperto a due passi dal sito archeologico

Cerveteri (Roma) è il luogo ideale per una gita fuori porta: per i romani ma anche per chi, durante un lungo soggiorno nella Città Eterna, vuol regalarsi un’escursione nella bellissima campagna tra il mare e il Lago di Bracciano. Proprio a due passi dalle Necropoli etrusche sorge questo locale, Arià- Osteria di Fuori Porta (via della Necropoli, 2 • tel. 3896756950) appena inaugurato. Al comando ci sono Gianluca D'Amelio e la moglie Arianna Pietrolati, accoglienti e volitivi, sempre pronti a spiegarti il perché di certe scelte nel menu. L’ambiente da solo vale la pena: la sala è molto accogliente e calorosa con annessa una fantastica grotta di tufo in cui vengono spesso eseguiti concerti di vario tipo. La cucina è molto curata, delicata nella sua semplicità. Ci sono sia proposte di pesce sia di terra. Nella cotè marinara ci hanno convinto il polpo su crema di patate e il trancio di palamita su zucchine in scapece. Nella cucina di terra ecco la lasagnetta cacio e pepe, le fettuccine con pomodorini, crema di basilico e burrata e, tra i secondi, un galletto ripieno in salsa di peperoni che si farà ricordare. Nota di merito per il pane a base di farine locali. La cantina è in essere, ma già si possono scovare piacevoli spunti. E se non volete scappare via dopo cena consigliamo di salire nel borgo di Ceri, in cima alla Rocca dove hanno aperto un b&b di nome Ceri una Volta che da solo varrebbe il viaggio.