Tra gli indirizzi di Milano dove gustare piatti di altre tradizioni, un locale molto interessante per scoprire la cucina svedese

Conoscete la carne di alce? E salmone e aringhe son pesci che vi attirano? Se a tavola siete curiosi e vi piace scoprire sapori e profumi di terre lontane, a Milano, a due passi da piazza della Repubblica, abbiamo scoperto un locale di recente apertura, che è indirizzo prezioso per scoprire la cucina svedese. È Bjork (via Panfilo Castaldi 20 – tel. 0249457424), creatura di Giuliana Rosset e Marco Bonvicini, e realtà in cui convivono tre anime, negozio, brasserie e ristorante, e in cui la cucina è davvero una sorpresa.

L’ambiente, molto piacevole, ripropone le atmosfere del Nord Europa, con legno dai toni chiari, un grande tavolo “social”, alcuni tavolini per chi preferisce uno stile più italiano. All’ingresso a dirvi subito che siete in un luogo interessante, la scintillante vetrina con i prodotti e le birre in esposizione. A guidare lo staff che opera ai fornelli, uno chef talentuoso e di grande caratura professionale, Stefan Rolland, origini valdostane, esperienze in locali prestigiosi, e oggi guida sicura del valido team di giovani che lo affianca.

E che qui vi divertirete lo capirete già assaggiando la buonissima tartare di cervo al topinambur, o con il caviale nordico di coregone su crispy di patate. Poi provate la zuppa bianca di pesce del nord. Aringhe? Potrete assaggiarle, marinate, fritte o affumicate in mousse. Se invece amate la carne, non fatevi sfuggire l’alce svedese con pastinaca in due cotture. Frutti di bosco ghiacciati con cioccolato bianco caldo al cardamomo e panna il dolce finale.

Un nota bene. Chi ama il vino sappia che avrà a disposizione una selezione pregevole. Che bella realtà!