Proposte di pesce, ma anche di carne di razza Piemontese, in quartiere San Salvario

Belandi, termine dialettale, di origine ligure usato come rafforzativo e intercalare per rafforzare il significato o il tono di una frase. In dialetto emiliano invece vuol dire "Andare bene", un bel modo, un cammino dritto e corretto. È di questo cammino dritto e di questo inizio che dobbiamo parlare perché Marcello e i suoi collaboratori hanno scelto per aprire il loro locale a Torino un "Bell’andare", un bel locale alla ligure in San Salvario (via Belfiore, 16 - tel. 01118850830).

Stile moderno, con una raffinatezza informale e un fantastico finestrone che si affaccia su via Belfiore, per due stanzoni, da cui si può godere di un ottimo intrattenimento gastronomico in dialetto ligure con scelte che si concentrano sul pesce ma che trovano diverse soluzioni anche per chi ama la carne di vera razza piemontese.

Si parte con qualche pre-entré con frittini di pesce (baccalà con focaccia ligure) che stimolano la salivazione in ricordo delle tapas iberiche; gli antipasti buoni, in particolare un gran polpo scottato con carciofi e pancetta, una classica battuta di Fassone e una vellutata di topinambur con gamberi che sa un po’ di Piemonte e un po’ di Liguria.

Poi i primi, le portate migliori perché la pasta è quella vera, fresca, come fresche e vere sono le materie prime nel piatto; sopra tutto dei fantastici plin di coniglio con burro di alpeggio, e anche qui il mare fa da sfondo alla montagna e gli gnocchi con ragù bianco di baccalà e olive taggiasche oppure la zuppetta di cozze e lupini con fregola sarda.

Poi i secondi, anche qui un bel mix di proposte di mare e di terra, con lo chef a proporre la guancia di maialino brasata a bassa temperatura, di quelle che si tagliano con la forchetta, e il cinghiale in umido, e per arrivare alla Liguria con il pescato del giorno con carciofi e olive taggiasche e lo stoccafisso alla ponentina, che sanno tanto di mare d’inverno.

I vini hanno una buona scelta di referenze piemontesi e liguri, su cui si può approfondire la ricerca e le proposte.
I dolci sono un buon e giusto finale, con una bella scelta, non scontata (cheese cake al profumo di chinottocrostata con crema di limone granella di meringa e ristretto di vin cotto davvero notevole, crumble di mela con crema al rhum) che ci fa finire in bellezza questo viaggio tra Piemonte e Liguria.
Belandi o Bel Andi che sia un buon viaggio!