Per la Ricetta della Sera Bianca Rosa Zumaglini ci propone uno sfizioso antipasto o contorno da preparare utilizzando le ortiche

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr. di misto tra ortiche e altre erbe spontanee
  • poco prezzemolo
  • 1 rametto di maggiorana
  • poco aglio
  • 2 cucchiai di farina bianca
  • 30 gr. di burro
  • latte
  • un pizzico di noce moscata
  • sale
  • 2 tuorli di uovo
  • abbondante parmigiano grattugiato
  • mezzo peperone rosso passato al grill, spelato e ridotto a filetti
  • 1 fetta di prosciutto cotto e 1 di fontina o di tometta grassa tagliata a filetti
  • pangrattato
  • olio di oliva

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

Antipasto/contorno

ESECUZIONE

Facile

PREPARAZIONE

30 min

COTTURA

10 min

PREPARAZIONE

L'ortica è un'erba infestante dalle molte virtù, tanto che Plinio diceva che mangiando ortiche ci si sarebbe preservati dalle malattie per tutto l’anno. E pensare che quando ci si vuole sbarazzare di qualcosa di inutile si dice “buttare alle ortiche”. Ortica d’amore un tempo significava pena d’amore. Essere conosciuto come l’ortica al buio si diceva per indicare la notorietà di una persona, per di più in senso negativo. L’ortica è pertanto l’esempio convincente di piante ritenute inutili che, all’evidenza, hanno più valore di tante altre.
Perciò vogliamo regalarvi questa ricetta di Bianca Rosa Gremmo Zumaglini, Accademica della Cucina e Socia Onoraria del Club di Papillon, nonché grande esperta e conoscitrice di tutte le erbe aromatiche ed alimentari esistenti.

Con i bastoncini fritti di ortiche abbiniamo un Garda doc, vino fragrante prodotto fra Veneto e Lombardia da un gruppo di cantine preparatissime.

Pulire, lavare e centrifugare le erbe, cuocerle a vapore, colarle, strizzarle, tritarle con le aromatiche lavate e l’aglio.

Mettere la farina bianca in un tegamino, incorporare il latte mescolando il burro e il sale, portare a leggera ebollizione per ottenere una crema piuttosto densa, infine insaporire con la noce moscata. Incorporare questa crema con le erbe, aggiungere i tuorli e il parmigiano e sale se necessario, mescolare bene e lasciare raffreddare completamente.

Con questo composto e con le mani infarinate formare dei bastoncini racchiudendo nell’interno di ognuno separatamente i filetti di peperone, il prosciutto e la fontina.

Ben avvolti che siano, passarli nel pangrattato e friggerli in padella nell’olio caldo oppure disporli in una pirofila imburrata e passarli in forno a 170° per circa 10 minuti.

Si possono servire come antipasto o contorno oppure tagliati a rocchetti con l’aperitivo.