Su Avvenire, Paolo Massobrio nota che per combattere la nuova povertà che avanza sarebbe auspicabile ridurre gli sprechi

Questa settimana su Avvenire Paolo Massobrio ha parlato della nuova povertà che avanza: dal Banco Alimentare arriva la notizia che le richieste di aiuto sono cresciute del 40% con punte del 70% soprattutto al Sud.

Durante la celebrazione della Prima Giornata Internazionale della Consapevolezza sugli sprechi alimentari il professor Andrea Segrè ha rilevato che un terzo del cibo prodotto sulla Terra viene sprecato, soprattutto nei paesi sviluppati. E questo fatto non può essere ignorato.

Una bella iniziativa antispreco arriva dal Banco Alimentare che, con Intesa San Paolo, ha dato vita al progetto RiPescato per il recupero del pesce confiscato, che viene lavorato e ridistribuito ai poveri attraverso gli enti caritativi.
Da questo punto di vista – nota Massobrio – sarebbe auspicabile ascoltare al telegiornale un pronunciamento del Governo sulla lotta alla nuova povertà. Eppure tutti continuiamo a vivere nell'incertezza, creata da quella stessa politica che dovrebbe invece dare delle risposte.

Per leggere l'articolo completo clicca qui