Oggi su Avvenire Paolo Massobrio presenta diversi esempi di "colleganza" e di solidarietà, che la politica dovrebbe assecondare

Questa settimana su Avvenire Paolo Massobrio ha raccontato dell'incontro a Brescia con Abramo, un produttore di piccoli frutti della Val Trompia che gli ha riferito che in quella valle lavorano in gruppo e che un'edicola di Milano vende i suoi frutti trasformati. Questo - nota Massobrio - è un esempio concreto di “Colleganza” e subito gli vengono in mente altri esempi: quelle due aziende di montagna, in Piemonte e Lombardia, che hanno potuto ripartire grazie alla colletta di chi, durante il lockdown, si è adoperato affinché nessuno restasse indietro. E poi a Breme, dove si coltiva una particolare varietà di cipolla, oggetto qualche anno fa di un atto vandalico che distrusse la produzione, quindi i produttori hanno organizzato turni di sorveglianza per i proteggere i loro campi.

Sono tante le situazioni in cui la solidarietà, l'inclusione e la "colleganza" hanno un ruolo determinante, per questo ­ - dice Massobrio - la politica dovrebbe assecondare questo sentimento comune, che permetterebbe di ripartire migliori di prima.

Per leggere l'articolo completo clicca qui