I liquori Genepy e Serpillo dai fiori raccolti a mano in alta quota

Siamo in un’oasi incontaminata del torinese a quota 2.000 metri, all’interno di un’area alpina del Piemonte occidentale tra le Alpi Cozie e le Alpi Graie. Qui (a Roure - via Centrale, 9 - fraz. Villaretto – tel. 3347790444), da ben quattro generazioni, la famiglia Massel alleva bovini allo stato semi-brado, suini e animali da cortile. Da sempre, inoltre, accanto alla florida attività agrituristica, l’interesse è volto anche alla coltivazione con metodi biologici di piantine di genepì e di timo serpillo.

Nasce così con una filiera cortissima, una interessante linea di liquori che esprimono i sapori e i profumi di queste belle montagne. Il Liquore Genepy viene realizzato con i soli fiori coltivati e raccolti nel periodo di massima presenza di olio essenziale; eccellente anche il Serpillo ottenuto dai fiori raccolti a mano in alta quota, dal sapore che ricorda l’aria di montagna e i prati appena falciati; e il Cumino, dal gusto delicato, che ricorda l’anice e il seme di finocchio con una nota ammandorlata.

Da qualche anno, inoltre, è stata avviata una collaborazione con un birrificio artigianale presente anch'esso in Val Chisone, la Brasseria Alpina (presente spesso a Golosaria), la quale servendosi dei loro fiori di genepi e timo serpillo ottiene la Birra “Flora” (una gradevolissima birra chiara al profumo di genepi), e nel periodo invernale una birra un po' più corposa (al profumo di timo serpillo).
Saranno tra i protagonisti della decima edizione di Golosaria Monferrato.