• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

L'Antica Dimora del Gruccione di Santu Lussurgiu

Emanuela Sanavio | 21-01-2019

Un albergo diffuso che coniuga accoglienza e rispetto del territorio con una cucina di qualità che esalta i prodotti del Montiferru

Questo bellissimo albergo diffuso, recuperato con sapienza e rispetto delle sue forme spagnoleggianti ad archi e volte di pietra, travi e ferro battuto, è reso confortevole da arredi moderni. Allo stesso tempo la dimora è un eccellente esempio di come si possano coniugare accoglienza di rango e preservazione del territorio.

Proprio nel centro storico di Santu Lussurgiu (Or), presenta un’unità principale dove si trova il ristorante l'Antica Dimora del Gruccione (Via Michele Obinu, 31 - tel. 0783 552035), mentre gli altri spazi, contigui, sono riservati a chi desidera fermarsi e pernottare. L’autenticità del contesto non è un mero aspetto estetico perché le proposte culinarie della chef Sara Congiu arrivano quasi tutte dal Montiferru. Qui si esaltano quando è possibile i presidi slow food oppure ingredienti di provenienza equo solidale.

Si parte con la semplicità di un’insalata di cicoria con arance, noci e riduzione di vernaccia speziata che svela corpo e sapori bilanciati, seguita da una corroborante e delicata zuppa di ceci al limone e Casizolu, tipico formaggio vaccino locale. A introdurre il risotto alla zucca fondente con zenzero confit e Fiore Sardo DOP, è un calice intrigante con un blend di Vermentino e Vernaccia di sapidità mediterranea e lunga persistenza. Piatto protagonista è certamente il maialino magro proveniente da un allevamento sardo in crosta di pistacchi e senape, servito con scalogni scottati e maionese al pompelmo, seguito da una degustazione di formaggio vaccino a latte crudo Fresa e accompagnato con il più autoctono dei vitigni, il Cannonau.
A chiudere un dolce dalle inequivocabili note locali come il parfait alla lavanda selvatica con cialda di miele di corbezzolo e nocciole, bagnato da una speciale Vernaccia di Oristano nella quale si ritrovano tutti i profumi e le asperità di questa terra.

Una particolare menzione al pane che qui in Sardegna ha mille sfaccettature, tanto da averne uno per ogni occasione, come pezzi di storia di fattura artigianale dalla fragranza indimenticabile, allo stesso modo in cui è impossibile scordare questo territorio carico di identità e spirito di appartenenza.

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus