• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2567 ristoranti, 3165 cantine, 4379 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Al Pedrieu, un bistrot di razza!

Marco Gatti | 04-12-2017

A Garbagnate Milanese, piatti gustosi, bei vini e un’atmosfera gioiosa che scalda il cuore

Il successo che sta accompagnando la nuova edizione del GattiMassobrio è modo commovente con cui voi lettori – ristoratori, produttori di cose buone e golosi, di tutte le età – state esprimendo l’apprezzamento per il nostro lavoro. Da parte nostra, la vostra fiducia è la carica che ci fa sentire la responsabilità di fare sempre meglio. È la ragione per cui stiamo per consegnarvi un nuovo numero formidabile di Papillon. Ed è il motivo per cui il nostro sito www.ilgolosario.it e i nostri profili social, sono finestra quotidiana sul mondo del gusto, in cui condividiamo con voi gli aggiornamenti in tempo reale di ciò che accade tra fornelli, botteghe e vigne del nostro Paese, e quelle scoperte straordinarie che erano e sono il motivo della nostra incessante e infaticabile ricerca.

Tra le novità più piacevoli di questi giorni, Al Pedrieu (via Conciliazione 17 – tel. 0299025862) di Garbagnate Milanese. Scoperto grazie a un campione del GattiMassobrio, Salvatore Garofalo, che, secondo lo spirito di Golosaria, libero da miopi gelosie e da paure di far spazio ad altri, ce lo ha segnalato.
Questo locale di dimensioni lillipuziane, dove tutto è “piccino piccino picciò” – dalla porticina a vetri, al piccolo spazio bar all’ingresso, fino alla saletta, graziosa, di pochi metri quadrati, che si raggiunge con qualche gradino, con i tavoli in legno, le tovagliette di carta, le pareti coperte da bottiglie e stampe d’epoca, per una manciata di coperti – un po’ bistrot e un po’ trattoria autentica, vera, ci ha conquistato!

È la casa di Silvia Scavazzini e Claudio D’Apolito, compagni nella vita e nel lavoro, e professionisti della ristorazione con l’accoglienza nel sangue. In un ambiente gioioso, da bistrot, appunto, come si fosse a una festa in famiglia o con amici, con una selezione di vini interessante, con anche belle proposte a bicchiere, in tavola, un signor risotto alla milanese (anche con l’ossobuco) o tagliolini al sugo d’abbacchio e finferli, poi coniglio in umido con polenta o baccalà con polenta taragna. A chiudere tris d’assi goloso con crumble di cachi, cheese cake con arance o strepitosa millefoglie di castagne. La cucina è gustosa. Il conto giusto. Che bella scoperta!

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus