• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

La Tonda Crunch, la pizza di Denis Lovatel

Emanuela Sanavio | 03-12-2019

Ad Alano di Piave, paesino del Bellunese, un ambiente caldo dove gustare un impasto unico nel suo genere

Denis Lovatel è ormai un grande nome della pizza, un vero personaggio, tanto che il suo nome precede quello del suo locale, fondato ormai più di quarant'anni fa dal padre Ezio.
All’inizio del suo percorso lavorativo Denis gira il mondo con tutto un altro mestiere, finché non torna ad Alano di Piave con l’idea di perfezionare un impasto già unico nel suo genere. Studia le farine, collabora con maestri pizzaioli e non perde la sua passione: è un uomo di montagna, ama arrampicare, è un eccellente sciatore, nelle sue vene scorre la linfa del bosco. Ecco perché sviluppa una particolare sensibilità che lo porta vicino alle tematiche ambientali, dalla salvaguardia del territorio al no-waste. Allo stesso tempo però è anche un po’ animale da palcoscenico e nella sua ricerca dell’esaltazione di semplicità e purezza si affianca anche a grandi chef metropolitani.

Tutto avviene ai piedi del Monte Grappa, in questo piccolo centro del Bellunese. Qui, in un ambiente caldo, tra legno e tovaglie rosse, luci soffici e tanta gente (il consiglio è prenotare sempre), pulsano all’unisono ricerca, qualità e professionalità. Entrando si è avvolti da una nuvola fragrante di pane, leggera come la base della pizza, crunchy e sottile: si vede subito il forno, che sembra sorridere a ogni disco di pasta che entra ed esce dalla sua bocca, mentre i giovani pizzaioli sono intenti a farcire e maneggiare ingredienti donando personalità estetica senza perdere di vista il rigore di tempi e cotture. Cinzia è invece colei che accompagna l’ospite in sala, dando informazioni e consigli sugli abbinamenti, siano birre o calici di vino, raccontando la particolarità di una pizza unica e trasmettendo con competenza lo spirito di Denis. -

Sfogliando il menu delle pizze si notano 3 diverse interpretazioni, interessanti varianti sul tema di un nobile pesce d’acqua dolce: il salmerino in Oriente, quello di montagna e Dolcerino. Per seguire una scaletta di degustazione ideale iniziamo dalla seconda in cui si nota il piacevole connubio tra la marinatura e la crema di carota che stempera le note acidule accarezzando la bocca.
Si prosegue con Dolcerino che regala dolcezza alla marinatura con un profumo di terra e calore che arriva dal sesamo caldo: una chiusura perfetta a ogni boccone.
La terza è la versione più cosmopolita, dal marcato accento nipponico, che comunque si fonde al meglio con l’acidità della melagrana e la dolcezza del formaggio; ma è soprattutto la laccatura al cannello a conferire una croccante immediatezza contemporanea.

La carta dei vini sorride ai piccoli produttori e si spinge su prodotti che esprimono freschezza e acidità per accompagnare piacevolmente i lievitati. Si tratta per la maggior parte di etichette del territorio ma si può trovare anche qualche buona bottiglia straniera. Stesso vale per le birre, altrettanto di nicchia e ben selezionate. Per una sosta che va oltre la semplice pizza, ma ricordatevi di prenotare!  

DA EZIO
piazza Licini, 2
Alano di Piave (BL)
tel. 0439 779125
da Lunedì a Venerdì dalle 19:00 alle 23:30
Sabato e Domenica dalle 18:30 alle 23:30

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

TAGS
pizza
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn