• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 14/01/2019

La Notizia

La Notizia

L’agroalimentare continua a crescere: secondo Filiera Italia, nuova associazione che riunisce 50 grandi marchi, nel 2019 è prevista una crescita dell’1% della produzione e del 3% delle vendite globali. Attenzione però all’agropirateria e all’italian sounding contro cui è atteso un piano nazionale. (La Stampa) @ Quanto costa il grande freddo? Dopo il gelo calato sul Centro-Sud, i prezzi degli ortaggi hanno subito aumenti record. Tra le verdure più colpite la lattuga, passata da meno di 1 euro a 2,2, i cavolfiori, passati da 1 euro a 1,60 e i finocchi, passati da 1 euro a 1,80. Per gli esperti “A pagare saranno gli agricoltori. Tempo due settimane e i mercati offriranno prodotti dall’estero”. (Repubblica) @ Pubblicità dell’alcol ai minori: in Francia scoppia il caso degli influencer. Alcuni marchi hanno scelto di investire sui protagonisti della rete per aggirare i divieti che dal 1991 proteggono i più giovani dalla pubblicità di alcolici e che quindi non normano le nuove forme di comunicazione. @ Lucia Riina toglierà il suo nome dal ristorante Corleone di Parigi per evitare qualunque malinteso. L’idea ha spiegato la figlia del celebre boss era valorizzare la sua carriera (e il nome) di pittrice. “Mio padre ha la sua storia, io la mia” chiosa. (Corriere della Sera) @ Intanto è boom dei locali che nel nome richiamano Mafia, Camorra e Cosa Nostra: lo scrive il Giornale parlando di un vero e proprio “Mafia Sounding” che secondo Coldiretti sarebbe alla base di un business milionario.

Forchette in mostra, evoluzione e cibo

Forchette in mostra, evoluzione e cibo

Miseria e nobiltà nascoste dietro le forme delle forchette. Su Repubblica si parla della mostra fotografica Fork1 di Davide Dutto che vuol ripercorrere le storie che si celano dietro le forchette, dalle posate dei partigiani a quelle del Sud allargate. @ Nel 2019 mangeremo da schifo, scrive il Giornale, che tra le tendenze in arrivo annovera: latte di piselli, acqua di cactus, carne di frutta e alghe nei dolci. @ L’evoluzione continua anche in rapporto alla dieta: secondo gli studiosi sono in corso rapidi mutamenti nel DNA in alcune popolazioni come un’accresciuta tolleranza al lattosio da parte dei cinesi e una riduzione della produzione di colesterolo a fronte dei cibi grassi per i nord americani. (Italia Oggi) @ A Ischia è un mistero per lo spiaggiamento e la morte di migliaia di gamberetti. Le autorità però si raccomandano di con consumarli. (Corriere della Sera) @ “Mi sento l’ultimo Gattopardo innamorato pazzo della mia Sicilia”. Da leggere sulla Stampa l’intervista di Alain Elkann a Lucio Tasca d’Almerita.

Il Trebbiano delle suore; auguri al Marocchino

Il Trebbiano delle suore; auguri al Marocchino

Si chiama “Coenobium Ruscum” ed è un vino bianco da vitigni trebbiano, malvasia e verdicchio prodotto a Vitorchiano (Viterbo) dalle suore di clausura insieme ad altre etichette destinate al mercato italiano ma anche agli Stati Uniti, al Canada e al Giappone. La storia raccontata da Sonia Ricci su Repubblica di sabato. @ “Per caso sono diventata la migliore trifulau”. Parola di Stefania Fenoglio, una ex fisioterapista che da 10 anni cerca tartufi e che ieri è stata premiata a Canale. “Il mondo delle trifole non è solo poesia, ma c’è anche molto marciume - racconta - Non esitano ad avvelenarti il cane”. (Corriere della Sera di domenica) @ Deca, corto, tiepido ma non troppo, con molta (o poca) schiuma. Il caffè “normale” diventa sempre più una rarità e la maggior parte dei clienti abbonda con le richieste su tazza, schiuma e temperatura. Per contro, chi lavora dietro al bancone ha imparato a dosare di tutto per venire incontro alle esigenze dei consumatori. Sul Fatto Quotidiano l’affondo di Carlo Tecce, che definisce i baristi dei veri e propri “eroi moderni”. @ Auguri al marocchino. Su La Stampa Valentina Frezzato ripercorre la storia della celebre bevanda nata 90 anni fa ad Alessandria che “Tra la base di espresso e latte montato a crema ha una riga di cacao che ricorda la striscia di cuoio apposta all’interno del Borsalino".

Beveroni-mania e i giorni di magro

Beveroni-mania e i giorni di magro

Tutti pazzi per i beveroni. In una società sempre più attenta alla salute, la passione per le sostanze di aiuto diventa spesso uno stile di vita. Ma tra pillole, bevande e integratori, è bene sapere su quali nutrienti buoni è bene puntare: dal collagene per una pelle senza età alla moringa oleifera per un metabolismo da sprint; dalla cisteina per capelli più forti alla rodiola contro la fame. @ E in tema di alimentazione, il Corriere della Sera di domenica spiega come, dopo le abbuffate festive, recuperare la forma fisica non è facile. Un’intenzione che spesso sottopone a regimi alimentari rigidi con il rischio di fallire. Meglio allora a provare a ridurre con giudizio il quantitativo di cibo ingerito, magari rispolverando il giorno di magro cui erano abituati i nostri nonni. Ma come? Al mattino grassi buoni. A mezzogiorno e sera un’abbondante porzione di verdure cotte e condite.

L'assaggio

L'assaggio

A Cascina Magana (tel. 331 3856923) di Burago di Molgora (MB). Un agriturismo vero che conquista con la sua proposta schietta e la cucina autentica. A partire dagli ottimi taglieri di salumi della casa, passando per il cotechino con lenticchie, i risotti, la cassoeula o il brasato con la polenta. Su ilGolosario.it la sosta di Marco Gatti.

Il Vino

Il Vino

Il Valtellina Superiore Essenza 2015 di Tenuta Scerscé (tel. 346 154 2970) di Tirano (SO). Rosso rubino con riflessi granata , ha naso elegantissimo con note di viola, marasca, nota balsamica e sentori speziati , gusto secco con tannini e freschezza che rivelano grande longevità, e finale lunghissimo. È un vino da sogno, che fa onore alla grande Valtellina del vino.

Lutto

Lutto nel mondo della cultura e del cibo. Si è spento a 93 anni Folco Portinari, intellettuale, studioso e poeta, pioniere della prima Rai e firmatario del manifesto dello SlowFood nel 1987. 

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn