Per la Ricetta della Sera un dolce tipico aretino proposto da Emiliano Rossi - Osteria del Teatro di Cortona

È un dolce tipico aretino, anzi una gloria che Emiliano Rossi, cuoco dell’ottima Osteria del Teatro di Cortona, ci regala mostrandoci tutti i passaggi necessari. 
Per un sabato ci sembrava d'uopo andare su un dolce, che serve a premiarci, dopo l’ennesima settimana di pazienza in quello che viene definito il lockdown.
emiliano-rossi.jpgE, come abbinamento, abbiamo scelto il Vin Santo "Caratello", che è stato uno dei nostri Top Hundred di tanti anni fa. Lo produce Tullio Marcelli di Arezzo, secondo metodi antichi e il suo residuo un poco dolce, ben si accosta a questo dolce di sostanza. 

Il gatò aretino 

di Emiliano Rossi - Osteria del Teatro di Cortona

Ingredienti
3 uova
100 g di zucchero
1 bustina di lievito
500 ml di latte
150 gr zucchero
50 g di maizena
50 g di cioccolato
50 ml di alkermes
limone grattato
1 buccia di arancio


Preparazione
Preparare la base biscotto. Sbattere i 3 tuorli con lo zucchero e la buccia del limone grattugiata. Aggiungere le chiare montate a neve, la farina e il lievito.
Mettere l'impasto in una teglia con la carta forno e infornare a 180 °C per 10 minuti.
Stedere la base su un canovaccio umido.
Distribuire l'alkermes su tutta la base aiutandosi con un pennello.

Preparare una crema pasticciera con 500 ml di latte; dividerla in due e in una metà aggiungere il cioccolato. Spalmare ora la base per metà con la crema al cioccolato e per metà con la normale crema all'uovo. Arrotolare con delicatezza la base aiutandosi con il canovaccio bagnato.

Riporre in dolce in frigorifero e farlo riposare un po'. Appena risulta ben compatto è pronto per essere tagliato a fette e gustato.