In un palazzo cinquecentesco di Piacenza ha sede questo ristorante che gioca sui toni del bianco e del nero, con un bancone in pietra che cattura lo sguardo. Protagonista in tavola è la cucina piacentina, sontuosa, che non disdegna influenze piemontesi e lombarde. La cantina è fornita e comprende diverse referenze biologiche.
Piatti imperdibili: timballo di baccalà e patate e piccolo ragù di pomodori datterini e olive Taggiasche; pappardelle di grani antichi e castagne con brasato di cinghiale di caccia, pinoli e uvetta; trippe miste di manzo alla piacentina con fagiolane di Cerignale. La Sbrisolina tipica di mandorle e spuma di zabaione
Prezzi medi: Antipasti 12; Primi piatti 12; Secondi piatti 15; Dolci 6
Menu Tradizione e Territorio a 40 euro (4 portate + 2 calici di vino)

Servizi; menu vegetariano; animali di piccola taglia ammessi
COPERTI

35

RIPOSO

lunedì e domenica a cena

FERIE

variabili in estate

PREZZO MEDIO

Euro 45

CARTE DI CREDITO

tutte (tranne dn e ae)