Galleria multimediale

hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger
hero trigger

Testo publiredazionale

'È il tempo che hai perduto per la tua rosa, che fa la tua rosa così importante' diceva il piccolo Principe nel libro di Antoine de Saint-Exupéry. Lo stesso si può dire per il vino, e lo sanno bene all'azienda vitivinicola Pico Maccario, sede a Mombaruzzo, in quel triangolo d'oro compreso tra i fiumi Tanaro e Belbo. 

Il simbolo dell'azienda, creato da Sergio Bianco, è uno scudo in cui campeggia la rosa. E una pianta di rosa è posizionata di fronte a ogni filare dell'azienda: sono 4.500, legate alla tradizione contadina per la loro proprietà di rivelare per tempo eventuali malattie della vite.
Pico e Vitaliano Maccario, fondatori dell’azienda, sono due fratelli accomunati dall’amore per il vino, ereditato insieme ai terreni dal nonno Carlo e da un solido spirito imprenditoriale, nonché da una grande ambizione che li porta a ricercare sempre il meglio in ogni azione. 

L'azienda possiede un unico, grande, appezzamento di 100 ettari, tra i 150 e i 300 metri d'altitudine, caratterizzato da terreni argillosi, di medio impasto, che conferiscono ai vini notevole corposità e un sapore gradevolmente pieno. Caratteristiche evidenziate nelle grandi Barbera prodotte – Nizza Tre Roveri, Lavignone e Epico - vini straordinari che esaltano al profumo gli aromi franchi del vitigno e hanno in bocca stoffa e grande equilibrio, freschezza e persistenza. 

La linea aziendale è completata dall'Estrosa, suadente bianco ottenuto dal vitigno viognier; dal Dolcevita, Moscato d'Asti esemplare; dal Rosato Lavignone, morbido, di trama setosa e dal Brut Rosè, spumante intenso e raffinato dal leggero sentore di crosta di pane. Si chiude in bellezza con il Barbera d'Asti Epico, arricchito in bottiglia dall'etichetta di Luigi Zanini: una riserva che affina in botti di rovere.

Wine Tour

I fratelli Pico e Vitaliano Maccario, fondatori dell’azienda, hanno saputo coniugare in maniera geniale marketing e attenzione alla produzione vitivinicola. Non è un caso che siano stati i primi a marcare i capifilare con grandi matite colorate diventati iconici astucci portabottiglie spediti, acquistati (e imitati) un po’ ovunque. Lungo la strada che corre sui colli verso il Nizza sorgono le strutture aziendali perfettamente ristrutturate, che oggi si sono dotate anche di una struttura di accoglienza per la degustazione e le visite in cantine da prenotare anche tramite app, mentre nella bella stagione sarà possibile fare un pic nic nelle vigne. Da assaggiare tutta la teoria di Barbera, da quella che più li contraddistingue, il Lavignone, all'Epico, che regala emozionanti verticali.
Servizi: - animali di piccola taglia ammessi

  Contatta Pico Maccario

Richiedi informazioni o prenota un appuntamento per parlare con il nostro team

i nostri portali
ilGolosario
Golosario
Comunica Edizioni
Club Papillon
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.