Barbera d’Asti Superiore “Epico” - Barbera d’Asti “Lavignone” - Monferrato Bianco “Vita” (sauvignon)
TOP HUNDRED Nizza “Tre Roveri”

Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario

Testo publiredazionale

“È il tempo che hai perduto per la tua rosa, che fa la tua rosa così importante” diceva il piccolo Principe nel libro di Antoine de Saint-Exupéry. Lo stesso si può dire per il vino, e lo sanno bene all'azienda vitivinicola Pico Maccario, sede a Mombaruzzo, in quel triangolo d'oro compreso tra i fiumi Tanaro e Belbo. 

Il simbolo dell'azienda, creato da Sergio Bianco, è uno scudo in cui campeggia la rosa. E una pianta di rosa è posizionata di fronte a ogni filare dell'azienda: sono 4.500, legate alla tradizione contadina per la loro proprietà di rivelare per tempo eventuali malattie della vite.
Pico e Vitaliano Maccario, fondatori dell’azienda, sono due fratelli accomunati dall’amore per il vino, ereditato insieme ai terreni dal nonno Carlo e da un solido spirito imprenditoriale, nonché da una grande ambizione che li porta a ricercare sempre il meglio in ogni azione. 

L'azienda possiede un unico, grande, appezzamento di 100 ettari, tra i 150 e i 300 metri d'altitudine, caratterizzato da terreni argillosi, di medio impasto, che conferiscono ai vini notevole corposità e un sapore gradevolmente pieno. Caratteristiche evidenziate nelle grandi Barbera prodotte – Nizza Tre Roveri, Lavignone e Epico - vini straordinari che esaltano al profumo gli aromi franchi del vitigno e hanno in bocca stoffa e grande equilibrio, freschezza e persistenza. 

La linea aziendale è completata dall'Estrosa, suadente bianco ottenuto da un blend di Sauvignon, Viognier (sostituito allo chardonnay) e Favorita; dal Dolcevita, Moscato d'Asti esemplare; e dal Cantamerli, Monferrato rosso blend di Barbera e Cabernet Sauvignonnon più prodotto da alcuni anni dal Rosato Lavignone, morbido, di trama setosa e dal Brut Rosè, spumante intenso e raffinato dal leggero sentore di crosta di pane.
Si chiude in bellezza con il Barbera d'Asti Epico, arricchito in bottiglia dall'etichetta di Luigi Zanini: una riserva che affina in botti di rovere.