Testo publiredazionale

I dolci del Maestro Mauro Morandin nascono tra i colori e i sapori della Valle d’Aosta. Valorizzano l’identità di questa regione, con i torcettini, le tegole e il panciucco, la torta Vénérande, le caramelle e le praline al genepy; celebrano le eccellenze italiane, con le arance e i cedri di Calabria, canditi solo con acqua e zucchero, che sono l’ingrediente di eccellenza del panettone Morandin; reinterpretano i classici della pasticceria internazionale. Mauro è uno dei pochi protagonisti della pasticceria italiana a poter vantare la cura di intere filiere: nel suo laboratorio di Saint Vincent produce pasticceria fresca e secca, lievitati, confetteria e cioccolato, praline e tavolette in purezza ottenute trasformando direttamente le fave di cacao. Seleziona di persona le materie prime, ed è appassionato dei metodi antichi di lavorazione, ma con lo sguardo proiettato all’innovazione e alla ricerca. Sono nate così, dalla collaborazione con Lurisia, le Bibigelée, bibite da mordere ai gusti di chinotto, aranciata, gazzosa e acqua tonica, la colomba ai chinotti canditi e il panettone alla Birra Speciale. Insieme a Galateo è stato creato il panettone alle olive Taggiasche.