“Pasticceria Giotto” è la pasticceria del carcere di Padova. Dal 2005 i laboratori artigianali si trovano all’interno della Casa di Reclusione “Due Palazzi” e impegnano 38 detenuti che, sotto la guida di 3 maestri pasticceri, oggi sono professionisti a tutti gli effetti. Un dato che racconta il successo del progetto: a fronte di una media italiana dell’80% di ex detenuti che tornano a delinquere, la media di chi tiene comportamenti recidivi dopo aver lavorato nei laboratori Giotto è invece sotto al 5%. Il prodotto più rinomato è il panettone natalizio che negli anni è stato tradotto in nove varianti: da quelle classiche a quelle più golose con il cioccolato, fino a ricette ricercate con l’abbinamento del moscato Kabir di Donnafugata. Durante il resto dell’anno la pasticceria lavora a pieno ritmo con produzione di dolci freschi, brioche, gelati, focacce e veneziane. Da poco ha aperto una nuova linea dedicata al cioccolato con una selezione di praline gourmet. Da segnalare anche la linea I Dolci di Antonio, biscotti dedicati a Sant’Antonio disponibili in edizione limitata (monaci, contadini, cavalieri, noce e corona del Santo), e i Biscotti Salati che hanno ricevuto la medaglia di bronzo all’International Taste Award 2020, proposti nei gusti cacio e pepe, zafferano, acciughe e cipolla.