Un'antica varietà di fico adatto all'essiccazione ideale per preparare i tanti dolci della tradizione calabrese

Sul sito The Cuisine Press della rivista giapponese Ryoritsushin è uscito il sesto articolo di Paolo Massobrio dedicato ai prodotti tipici delle regioni italiane. Questo mese si parla del Fico Dottato di Cosenza. L'articolo per esteso è pubblicato in questo sito nella sezione "Attualità" e in lingua giapponese sul sito The Cuisine Press nella traduzione di Motoko Iwasaki.

La storia del frutto del fico in Calabria ha origini antichissime e l'autoctona varietà "Dottato" è tra le migliori al mondo. Per le sue caratteristiche si presta a essere essiccato ancora oggi su supporti di canne per circa una settimana, durante la quale i fichi vengono rivoltati almeno due volte al giorno. I fichi Dottati così essiccati, preparati al culmine dell’estate, arriveranno sulle tavole di Natale. Si gustano da soli oppure in una delle tante elaborazioni della tradizione calabrese:  fichi imbottiti, fichi infornati, palloni, trecce, corolle, salamini di fichi, mielata di fichi solo per citare i più diffusi.