Lambrusco di Sorbara in purezza “Sant’Agata” - Lambrusco di Sorbara Classico “Piria” - Lambrusco di Sorbara rifermentato in bottiglia “Radice” - Lambrusco dell’Emilia Salamino in purezza “Solco” - Bianco dell’Emilia (trebbiano, lambrusco di Sorbara) - Lambrusco Metodo Classico “Grosso” - Lambrusco di Sorbara Spumante Brut “La Riserva“
TOP HUNDRED Lambrusco di Sorbara in purezza “Leclisse”

Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2008




Clicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2011





Clicca qui per leggere l’articolo nella pagina Facebook I Vini del Golosario


Top hundred

Top Hundred 2011: Lambrusco di Sorbara in purezza “Leclisse” 2010

Siamo in località Cristo di Bomporto di Sorbara, dove Alberto Paltrinieri, in poco tempo, è diventato un leader, con il Lambrusco di Sorbara “Leclisse”, metodo charmat con selezione delle uve migliori e rifermentazione lunga. Un vino di colore rosato, molto profumato di amarena, che spicca in bocca per la sua acidità, ma anche per quella piacevole concentrazione. Da tre anni, con queste uve ha creato anche un metodo classico, solo in magnum, denominato Grosso. Altri Lambrusco suoi sono Il Greto, un salamino in purezza, Il Piria (70% uve sorbara e 30% salamino) e poi tre Sorbara in purezza: Sant’Agata, un metodo charmat tradizionale, il Radice, con rifermentazione in bottiglia o “metodo ancestrale”.