Da 50 anni la famiglia Tocchio produce extravergine di qualità

Quattromilacinquecento ulivi a dimora su terreni sassosi nel cuore dell’Umbria, lungo le dorsali delle belle colline spoletine, sono il biglietto da visita della famiglia Tocchio. Impegnata da mezzo secolo a produrre olio extravergine di qualità, hanno optato per sei cultivar differenti: Moraiolo, Leccino, Frantoio, Leccio del Corno, oltre agli “importati” dal Sud Italia, Peranzana e Gentile di Larino.

Fedeli all'antica tradizione del luogo, i fratelli Stefano e Fabrizio, con il nipote Filippo, eseguono ancora la raccolta delle olive a mano e provvedono alla macinatura a freddo entro le 24 ore, così da preservare le peculiarità organolettiche del prodotto finale. Una dedizione che si esprime al top nel loro extravergine d’oliva “Roccioso”, un eccellente monocultivar Moraiolo dal gusto deciso, amaro, leggermente piccante, con sentori erbacei.

Sul podio anche il blend di Moraiolo, Frantoio e Leccino, caratterizzato dal bel colore verde con riflessi dorati e dall’equilibrio tra note amare e piccanti. Più intenso e fruttato risulta invece il monocultivar Peranzana, frutto della raccolta precoce delle omonime olive, che rivela sul finale un gusto dolce.

Oltre che nelle tradizionali bottiglie, i fratelli Tocchio di S. Giacomo di Spoleto (Pg - via Norvegia, 44 - tel. 3283222628) propongono i loro oli anche in bottiglie artigianali raffiguranti icone della città di Spoleto e in pregevoli vasi di terracotta della antica tradizione derutense.

Accanto alla coltivazione degli ulivi, qui si esegue anche quella delle lenticchie (i semi sono acquistati da Il Castelluccio di Norcia), che su questi terreni bracciosi trovano il loro habitat ideale.