Sul podio un originale stecco di cioccolato con cuore ai due superfrutti piemontesi

Pera Madernassa e Nergi, i due superfood del cuneese, sono stati al centro di una disfida fra nove scuole alberghiere, liguri e piemontesi, che lunedì ad Alba hanno sottoposto a una giuria di 15 persone, presieduta dal giornalista Paolo Massobrio, degli innovativi finger food dolci e salati. A conquistare il podio è stato l'Istituto Professionale Statale “Colombatto” di Torino con Per&nergy, un finger a forma di stecco ricoperto di cioccolato con l’interno dolce di Nergi e Pera Madernassa. Il prototipo, che ha letteralmente conquistato la giuria, diventa anche un suggerimento curioso per chi vorrà replicarlo (e pensare alla Ferrero, che ad Alba è di casa, diventa quasi spontaneo).

Sono state invece due scuole alberghiere della Liguria ad aggiudicarsi il secondo e terzo premio, rispettivamente l' Istituto di Istruzione Superiore "Giancardi-Galilei-Aicardi" di Alassio (Sv) con Frutta d'Amare e la Scuola Alberghiera Città di Lavagna di Lavagna (Ge) con A doi passi da o ma. Premi speciali per l’ottima interpretazione della Pera Madernassa all’Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore “Piera Cillario Ferrero” di Neive (Cn) che ha realizzato un Fagottino stregato e, per Nergi, al Centro Formazione Alberghiera del Consorzio per la Formazione Professionale dell'Acquese di Acqui Terme (Al) con un Alba sushi vegan.