La famiglia Negro e le eccellenze roerine

Barbera d’Alba Superiore 'La Nanda' - Barbera d’Alba - Langhe Nebbiolo - Langhe Rosso 'Arbesca' (albarossa) - Roero 'Prachiosso' - Roero Riserva 'S. Francesco' - Roero Arneis Riserva 'S. Anna' - Spumante Metodo Classico Roero ArneisClicca qui per leggere l’articolo di Paolo Massobrio uscito su La Stampa nel 2021

Testo publiredazionale

Quella dei Negro è sempre stata una famiglia dedita al mondo della coltivazione dell’uva, impegnandosi generazione dopo generazione nella salvaguardia delle varietà autoctone roerine. Oggi incontriamo Lorenzo, intraprendete vigneron di classe in grado di interpretare in maniera sincera e genuina il terroir di Monteu Roero.

Dopo un’attenta ristrutturazione della cantina e la messa a dimora di nuovi vigneti, l’azienda ha iniziato l’ascesa verso la qualità produttiva e l’inevitabile successo di vendite. Oggi parliamo di una realtà di circa 8 ettari dove ad essere cullati sono principalmente barbera, bonarda, arneis e nebbiolo, rappresentati in etichetta da una conchiglia fossile, simbolo inequivocabile dell’azienda vitivinicola Lorenzo Negro.

Tra gli assaggi segnaliamo un notevole Metodo Classico Roero Arneis che gioca su finezza e persistenza gusto-olfattiva, mentre il Roero Riserva 'S. Francesco' si rivela nel calice di un rubino impeccabile e speziature avvolgenti. Sempre da uve nebbiolo, infine, il Roero 'Prachiosso' che conquista immediatamente grazie a note balsamiche di allora, salvia e ginepro per un retrogusto ampio e giustamente tannico.