Testo publiredazionale

Tradizionale negozio dolciario ed eccellente laboratorio artigiano che dal 1938 realizza lievitati con materie prime selezionate mediante un severo controllo di filiera. La fama di Loison Pasticceri è legata alla produzione di panettoni, pandori, colombe e, quindi, alla linea di finissima biscotteria al burro, che annovera gli zaletti (tipici veneti), e le piccole delizie plurisensoriali alla frutta e da meditazione. Da non perdere i frollini alla liquirizia, alla camomilla e alla pera. Di rilievo la pluriennale collaborazione con i presidi Slow Food che ha portato alla nascita della Veneziana con Pistacchio di Bronte e dei panettoni Top al Mandarino Tardivo di Ciaculli, alla Rosa (sapiente blend tra Rosa Damascena e Sciroppo di Rose liguri), e, dal 2019, del Panettone Agrumato (preparato con canditi di 5 diversi agrumi, tra i quali il Chinotto di Savona), impreziositi dalla Vaniglia Mananara del Madagascar e dal Sale integrale di Cervia. Il Loison Museum poi propone un percorso plurisensoriale alla scoperta dell’antica tradizione pasticciera per vivere la storia, l’arte, la cultura e la tecnologia della tradizione dolciaria artigiana. Loison Pasticceri inoltre “colleziona” premi già dagli anni Novanta: dal premio Dino Villani al Coq d’Or – ambito riconoscimento della prestigiosa Guide des Gourmands francese – fino ai più recenti riconoscimenti da parte della commissione presieduta dal Presidente e fondatore del Merano Wine Festival nel 2016. Nel 2013 hanno vinto il premio Agrifood-Golosario.