Il gelato alla castagna di Calizzano e al mascarpone con miele e croccante

Un arcobaleno di gusti e di colori. È la tavolozza, l’innovativa scatola per il gelato brevettata nel 2006 da Riccardo Schiavi per mantenere i gusti separati evitando che sapori e profumi si mescolino. Questa è solo una delle tappe della gelateria Pasqualina, nata ad Almenno San Bartolomeo nel 1912 come locanda per i cacciatori, trasformata negli anni ‘70 in bar gelateria e, a partire dal 1995 quando la rileva Riccardo, specializzatasi sempre più nella produzione di gelato d’eccellenza.

Le materie prime impiegate sono quasi tutte a chilometro zero. Come il latte che giunge fresco ogni mattina da un’azienda locale, e anche la frutta, con l’eccezione di alcune varietà particolari come le castagne di Calizzano o il limone di Amalfi. Tutte le fasi della lavorazione sono controllate minuziosamente: il gelato è sottoposto periodicamente a controlli microbiologici e non contiene grassi vegetali idrogenati e additivi chimici.

Dopo lo storico locale di Almenno (via Papa Giovanni XXIII, 39 – tel. 035540040), la Pasqualina ha aperto nel 2007 a Bergamo (via Borfuro, 1), nel 2012 a Porto Cervo ( Promenade du Port) e nel 2014 a Milano in via De Amicis 44, nei pressi della Basilica di Sant'Ambrogio. La crescita dei punti vendita si è accompagnata alla diversificazione della produzione, che dal gelato è passata al cioccolato e alla pasticceria. Tra i gusti imperdibili, oltre alla castagna di Calizzano, consigliamo lo zabaione e il mascarpone con miele di sulla e croccante: un’autentica goduria!