Oggi su La Stampa Paolo Massobrio è in Maremma per presentare i vini dei Vignaioli del Morellino di Scansano

Questa settimana su La Stampa Paolo Massobrio è in Maremma per presentare il Morellino di Scansano di una cantina cooperativa che in diversi assaggi "alla cieca" ha sempre raggiunto i vertici.

Oggi i Vignaioli del Morellino di Scansano registrano 170 soci afferenti, impegnati in un'area vitata di 700 ettari, per la produzione del Morellino di Scansano in tutte le sue declinazioni. Ecco il Bio “Roggiano” 2019 dall'equilibrio esemplare al palato; la versione Riserva del 2016 ha bouquet elegante e complesso, tannini avvolgenti e morbidezza; il “Vigna Benefizio” 2018 ha una speziatura maggiore e tannini più evidenti.

Tra gli altri vini: il Sangiovese Toscano “Vigna del Fattore” 2019 che - dice Massobrio - ha "freschezza assai lunga e il sorso è seta pura, avvolgente e ghiotto"; poi la linea “Scantianum” con il Toscana Viognier, il Toscana Vermentino, con la sorpresa della Vendemmia Tardiva “Vigna Fiorini” 2019, e il Ciliegiolo in purezza.
Tra i bianchi ci sono anche il Trebbiano e un Bianco di Pitigliano.
Tutti vini caratterizzati da un rapporto qualità/prezzo davvero straordinario.

Vignaioli del Morellino di Scansano
Scansano (Gr)
loc. Saragiolo snc
tel. 0564507288

Per leggere l'articolo completo clicca qui