Questo è nostro luogo del cuore, come lo era per il grandissimo Gualtiero Marchesi, di cui c’è l’autografo all’ingresso. Superata anche la battaglia del fuoco, che negli scorsi mesi aveva mandato in fumo una zona, senza per fortuna compromettere questo ristorante, ora tornato al fascino senza eguali di sempre. Nelle sale romantiche che ricordano che gli esordi, qui, sono del 1500 (!), con le travi in legno originali, il camino, il formidabile giardino interno, i piatti da Corona di Luca Gagliardi, chef giovane e talentuoso, e del grande papà Lino, il primo con la sua cucina contemporanea, il secondo con la tradizione. Con Lorenzo, il fratello, sommelier, che vi proporrà i giusti vini in abbinamento della cantina formidabile.
Piatti imperdibili: paté di fegatini misti e confettura pomodori verdi; carpaccio di gamberi rossi e burrata; risotto alla milanese (anche con ossobuco); trucioli disegnati da Gualtiero Marchesi al ragù d’anatra; costoletta di vitello alla milanese; anatra al forno con salsa alle ciliegie; merluzzo al forno con infuso al latte di mandorle, soia al miele e mandorle croccanti. Soufflé al gianduia con gelato alla vaniglia
Prezzi medi: Antipasti 16; Primi piatti 20; Secondi piatti 26; Dolci 8
Menu Vegetariano a 50 euro (4 portate); Menu Pesce a 60 euro (4 portate)


Servizi; parcheggio riservato; dehors; menu vegetariano; animali di piccola taglia ammessi; servizio doggy bag
COPERTI

200 + 40 (120 banchetti)

RIPOSO

mercoledì

FERIE

mai

PREZZO MEDIO

Euro 70

CARTE DI CREDITO

tutte