Sorpresa all’inizio di un nuovo anno

Ero davanti alla televisione, ormai come ogni sera, dopo cena e sul finire di Striscia la Notizia, Enzo Iacchetti ha preso il mano il mio libro, Il Golosario 2021 e lo ha presentato in questo brevissimo video. Non lo sapevo e la sorpresa è stata doppia (anzi tripla, quando ho visto stamattina ilGolosario balzare al primo posto tra i best seller venduti su Amazon), ma Antonio Ricci non è nuovo a queste attenzioni sul mio lavoro. E lo ringrazio, ma nello stesso tempo penso al significato di questo libro di mille pagine all’inizio di un nuovo anno che sembra tutto da disegnare.


La prima edizione uscì nel 1994 ed era una raccolta di ciò che avevo scoperto grazie al food scout Giorgio Onesti, con l’intento di mettere in connessione artigiani bravissimi e titolari di negozi che proprio grazie al Golosario soprannominai “boutique del gusto”, come mi rese merito Carlo Cambi, anni fa sul Venerdì di Repubblica. Dall’anno 2000, Il Golosario è poi uscito tutti gli anni fino ad oggi, crescendo in foliazione e raccontando, di fatto, l’evoluzione di una microeconomia dove si sono cimentati tanti giovani.

Quell’anno lo presentammo a Roma nell’Abbazia benedettina della Tre Fontane, con Marco Gatti e il conte Riccardi, che poi ci fu compagno quando a novembre del medesimo anno, aprimmo con Il Salotto di Papillon alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, prodromo di quella che sarebbe stata poi Golosaria. Fu un’edizione pazzesca, dove venne persino Gianni Frasi coi suoi caffè. Ed era l’idea, una volta l’anno, di mettere su un piedistallo i migliori produttori recensiti sul Golosario per farli incontrare ai consumatori attenti. Il Tg5 ci dedicò un servizio di 3 minuti.
golosario.jpgLa prima edizione del 1994 (copertina bianca) la seconda del 2000 (arancione)Oggi tutto quel seme si è sviluppato e questo portale ne è l’anima, offrendo di fatto un aggiornamento continuo delle nostre scoperte che non cessano, per continuare a favorire quella connessione fra pubblico e artigiani.

Ma resta l’incognita di questo anno che verrà, dove coi produttori del Golosario vogliamo stringere ancora di più i rapporti e dare il nostro contributo perché si possano esprimere attraverso una comunicazione efficace. Il 2021 sarà l’anno della ripartenza, ce lo sentiamo dentro. E IlGolosario ne è il viatico. Questo filmato, dunque, lo dedico a tutti i protagonisti del libro, ma anche ai lettori che hanno imparato a conoscerli, a tenerli in considerazione, a non lasciarli soli.