Una sentenza del tribunale di Venezia tutela le Dop e le Igp del nostro Paese

Il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, il sen. Gian Marco Centinaio, ha commentato la sentenza che sancisce che il termine “Grana” nei formaggi non sia generico e possa essere associato solo alla DOP “Grana Padano”.

La sentenza è stata emessa in primo grado dal tribunale di Venezia, che ha accolto il ricorso del Consorzio di Tutela del Grana Padano DOP contro la ditta Brazzale Spa, che ha utilizzato il termine “Grana” in relazione al suo formaggio “Gran Moravia”.

Secondo i giudici l’Azienda Brazzale ha compiuto una violazione per illecita evocazione della DOP “Grana Padano” e concorrenza sleale, pertanto è stata condannata a rimuovere il termine in tutta la comunicazione oltre a dare un indennizzo al Consorzio.

Questa sentenza – ha commentato Centinaio – potrebbe facilitare altre denominazioni come l’Aceto Balsamico di Modena Igp per l’uso della parola Balsamico.