Cento espositori nelle due location principali e trenta mete da visitare, 200 chilometri di percorsi tra le colline. Ecco tutti i numeri per vivere Golosaria

Sarà la Golosaria Monferrato più ricca di sempre come presenze espositive: sono sessanta i produttori di cose buone che animeranno il Castello di Casale Monferrato con tante conferme e alcune novità da scoprire. Debuttano l’azienda calabrese specializzata in confetture Chirico, la pasticceria gluten free di Girone del gusto, Ratto con i suoi liquori alle rose, quindi le creazioni docli di Profumo di Cioccolato e i salumi e prosciutti di Barabino, le paste fresche di Cent’Evot, i formaggi pugliesi di Don Martino, i risi lombardi di Carnevale e quelli vercellesi di Risoinfiore, l’antico pane grosso di Cuore di Pane. Non finisce qui, perché sarà una prima anche per Tartufi al Massimo e per Olio Lisi, per i liquori di Orange Town e il sidro di Sidro e cider. Nella corte esterna spazio anche alle erbe officinali con Corigliano, Olfattiva e La Senape di Antonia, tutti al debutto.

Grandiosa la presenza di birre con 11 microbirrifici e circa cento birre in assaggio, da accompagnare ai piatti delle sette cucine di strada presenti, che spaziano dai formaggi e salumi piemontesi agli arrosticini, dalle miasse del canavese al friddo si pesce e al pulled pork per arrivare alla new entry di quest’anno, la carne cruda di Bruzzone e la trippa di Timo e Rosmarino.

Altrettanto importanti le presenze al Castello di Barbera e Champagne a Uviglie che ospioterà una presenza di vini articolata in diversi modi, dai banchi di assaggio degli spumanti (con il debutto del Brachetto d’Acqui secco) alla sala degli champagne fino alla sala dedicata alla Barbera e ai vini d’Asti e del Monferrato. Grande novità dell’anno è l’enoteca con gli spumanti Top Hundred con trenta, grandi, bollicine da assaggiare liberamente.
Per gli ospiti anche qui una curiosa proposta di street food.

Il tema di Golosaria però è anche la passeggiata e il turismo en plein air: ecco perché sono trenta le location da vivere nell’arco del weekend (leggi qui) e soprattutto ci sono altrettante passeggiate proposte con una serie di itinerari che toccano i 200 chilometri.

Tutti gli aggiornamenti sul sito www.golosaria.it