A Galbiate, un agriturismo dove gusto e accoglienza sono di casa

Il conte Riccardo Riccardi e il conte Mario Amman, qualche anno fa ci avevano sorpreso indicandoci tutt’e due un indirizzo, ai tempi sconosciuto, l’Agriturismo Prisma (loc. Campo Novo – tel. 3349395403) a Galbiate (Lc). La nostra ultima visita ci ha confermato che i “nostri conti”, al solito, ci avevano visto giusto, e ci ha reso chiaro perché, da anni, questo indirizzo è presenza fissa nelle nostre pubblicazioni (prima nella GuidaCriticaGolosa, ora nella Guida nazionale Gatti Massobrio).  

Per arrivarci dovrete fare, nel tratto finale, qualche curva di strada sterrata, ma sarà una piccola fatica che sarà ben ripagata. All’arrivo, per voi, lo spettacolo delle campagne coltivate e del bosco, le camere, i cavalli (qui allevano purosangue inglesi e si pratica turismo equestre). Ammirate il panorama con laghi e montagne. E poi entrate.

I titolari, Elisabetta, Ilaria e Stefano, hanno l’accoglienza e il gusto nel sangue, e nel tempo che vi fermerete qui vi sentirete a casa. La sala da pranzo è di rustica bellezza con legno e grandi vetrate, tavoli ben apparecchiati. Per chi ama il vino, subito una bella sorpresa, visto che Stefano ha grande passione, e ha costruito una cantina, non sterminata, ma con ampia e invitante selezione, con bottiglie per tutte le tasche e per tutti i gusti, con scelte capaci di soddisfare anche i palati più esigenti.

Con una spesa di trentacinque euro, avrete, grandi salumi (tra cui il salame di coscia di Marco d’Oggiono, quel prosciuttificio sommo che è a pochi minuti, a Oggiono appunto, che i nostri lettori conoscono bene perché sempre presente a Golosaria e che abbiamo avuto il piacere di fare conoscere come eccellenza al grande pubblico), tortino di patate alle erbe con pancetta e stracchino, verdure in tempura, vellutata di canellini con cipolle stufate al vino rosso.

Poi di primo tagliatelle di pasta fresca fatta in casa con pesto mandorle al profumo di menta e risotto allo zafferano con sfilaccino di crudo pomodorini ed erba cipollina.

Come secondi miniburger di manzo nostrano e bombette di coppa ripiene di prosciutto e formaggio.

Chiudere soddisfatti con crostata ripiena di crema al limone e pinoli e cono di pasta fillo ripieno di crema al cioccolato e graniglia di nocciole con salsa inglese. Che bella sosta!